Alberto Servidei, peso piuma di 33 anni, uno degli atleti di punta e di maggiore successo dell’organizzazione di Rosanna Conti Cavini, è rientrato con un bel successo quindici giorni fa a Savigliano, dopo un anno tribolato tra infortuni e match saltati non certo per colpa sua. La vittoria sull’ottimo Istvan Nagy ha riportato ottimismo nel futuro del ravennate, che ha allungato a 28 la striscia dei combattimenti vergine da sconfitte, e ha fissato già gli appuntamenti per il futuro. Ne abbiamo parlato con lui.

Alberto, si dice che per te il 2009 sia già tutto deciso…
Credo di sì. Insieme ad Antonio Lontani, amministratore delegato della Lorenz che è il mio sponsor, siamo stati a Lugo di Romagna per incontrare Umberto e Rosanna Conti Cavini. Ne è uscito un incontro cordiale in cui abbiamo messo a punto tutte le mosse per i mesi prossimi. E’ vero che sono sfidante ufficiale al titolo Europeo, ma visto che questo si disputerà a fine mese tra Yefimovych e Maggio, quindi passerà diverso tempo, per il vincitore, prima della sfida con me, allora mi sono premunito di tenermi in forma, programmando l’Intercontinentale dei piuma Wbf, semifinale mondiale, a Ravenna orientativamente per il mese di marzo. E’ un incontro e un’opportunità che, in attesa dell’Europeo, mi stuzzica molto, anche perché aprirebbe le porte verso il titolo Mondiale, il coronamento perfetto per la mia carriera.

Per l’Europeo combatte in Ucraina il 29 di questo mese il tuo compagno di team Luca Maggio…
Gli faccio i miei più sinceri in bocca al lupo. Spero proprio che riesca a vincere, anche se sarà tutt’altro che facile.

Nel frattempo tu hai fatto un bel rientro a Savigliano contro un ottimo avversario…
Quell’ungherese è uno che fa male. E’ stato davvero un ottimo avversario per il rientro dopo un anno di assenza. Diciamo che ho vinto pulito, ma non ero ancora nemmeno vicino al top della forma. Vedevo i colpi partire, ma ho avuto qualche problema nel capire lo sviluppo dell’azione. Ho avuto il mio solito problema al gomito che non mi dà tregua, appena tornato a casa mi sono messo subito a riposo e in cura di nuovo. Adesso la condizione fisica è quella che è, ma da qui a marzo ho tutto il tempo per tornare il migliore Servidei possibile.

Come ti trovi con Alessandro Scapecchi all’angolo?
Benissimo. Lui è un grande professionista. Solo mi piacerebbe allenarmi con lui sempre, e non solo nell’imminenza di un incontro. A Ravenna mi alleno sempre da solo, e la cosa non è semplice perché avendo una persona capace accanto che ti dice dove sbagli e ti corregge sarebbe fondamentale. Purtroppo ancora la città di Ravenna non riesce a comprendere le problematiche della boxe, ma sono sicuro che l’organizzazione di un Intercontinentale, una bella vittoria, e la possibilità del Mondiale porteranno un po’ di attenzione anche in questo senso.

A Ravenna poi è sempre aperto quel discorso del Centro sportivo dedicato al pugilato…
Certamente sì. Con Antonio Lontani, in sinergia con Umberto e Rosanna Conti Cavini, è un anno che ci stiamo lavorando molto seriamente, e i progressi fatti sono molti. Speriamo che prima o poi tutto vada felicemente a buon fine.

Ufficio stampa Rosanna Conti Cavini – www.rosannaconticavini.com

Di Alfredo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi