%d blogger cliccano Mi Piace per questo:
Torna la grande boxe a Cinisello con 5 incontri pro. | 2Out.it – Seconds Out – Free Sport Magazine

Torna la grande boxe a Cinisello con 5 incontri pro.

Poster-25-novembre-212x300di Giuliano Orlando

Dopo gli appuntamenti al Teatro Principe di Milano nel corso dell’anno, la OPI’82 dei Cherchi, diversifica gli itinerari. Prima ha fatto tappa a Cento nel ferrarese, per il ritorno sul ring di Alex Caccia e Nik Esposito, adesso punta i fari su Cinisello Balsamo, dove opera la Rocky Marciano, fondata nel 1996 dal maestro Biagio Pierri, lo scopritore di Roberto Cammarelle, il più titolato dilettante italiano in assoluto. Dalla collaborazione tra i Cherchi a la società presieduta da Corrado Perrulli, papà di Donatello che sarà uno dei protagonisti più attesi dal pubblico degli appassionati che la sera del 25 novembre accorreranno al Palasport Allende del centro limitrofo a Milano. Un ritorno storico, importante che gli amministratori locali hanno recepito nel modo giusto, collaborando in maniera tangibile sotto la spinta dell’assessore allo sport Luca Ghezzi. Il comune ha dato gratuitamente l’uso della struttura e si è attivato per tutta la promozione, dai manifesti ai biglietti d’ingresso, dimostrando quella sensibilità latente in passato. D’altronde l’impegno degli organizzatori non è uno scherzo. Sabato prossimo Cinisello Balsamo ospita la più importante manifestazione pugilistica della sua storia in guantoni. Dedicata a Clemente Meroni, il gigante buono di Cinisello che ha scritto pagine gloriose, il testimone più illustre della boxe locale, attivo negli anni ’20 e ‘30. Ottimo dilettante, tre volte tricolore (1926-1928-1929), campione europeo nel 1930, nove incontri in nazionale Nei professionisti divenne campione italiano medi (1933-’34). Ha combattuto e vinto anche contro mediomassimi e massimi di valore. Una vera roccia il Meroni, che nessuno ha mai fatto inginocchiare. Giusto dedicare a lui la manifestazione.

Saranno ben cinque gli incontri riservati ai professionisti, una passerella degna di Milano. Per ricordare un richiamo titolato pro, occorre fare un lungo passo indietro e tornare al 21 gennaio 1978, quando proprio Biagio Pierri sul ring di casa conquistò il titolo italiano superpiuma, battendo Carlo Frassinetti, dopo una battaglia che entusiasmò il pubblico accorso numeroso a sostenere il beniamino di casa, sia pure adottivo, avendo radici pugliesi. Dopo quell’appuntamento i richiami in guantoni non sono mancati, ma senza il punto esclamativo che viene offerto in questa occasione. Cinque incontri professionisti con il preambolo dei dilettanti (10 incontri), una vera maratona pugilistica che inizierà alle 19. Alex Cherchi il deux in macchina delle riunioni, ha messo in cartellone come clou della serata il welter ucraino, da anni residente a Milano, l’imbattuto Maxim Prodan (11-0-1) che se le vedrà con l’ostico serbo Zeljko Kovacevic (9-6-1) sulle otto riprese. Un collaudatore già visto in Italia diverse volte, abbastanza scomodo. Prodan ha sempre vinto per KO e non vorrà interrompere la striscia. Da seguire lo statuario Samuel Nmomah (4), nato in Nigeria, residente a Novara prossimo a diventare italiano, opposto a Mladen Jovanovic (0-4-1) altro serbo che non ha sfigurato lo scorso mese a Parma contro Costantin Pancrat e intende impegnare seriamente Samuel, sperando nel colpaccio. C’è molta curiosità per il debutto al professionismo del supermedio di Verbania, Ivan Zucco, che nei dilettanti ha fatto intravvedere grandi potenzialità. E’ giovane, 22 anni, e ha molta voglia di farsi largo nella categoria. L’esordio contro Rodolfo Benini (0-3) avversario morbido sulla carta. Vedremo come salterà questo ostacolo. Vadim Garau (3-2) è un moldovo di stanza nel milanese, classe 1985, giramondo come dimostra il debutto negli Usa nel 2011, arrivo in Italia, prima a Roma (2013) e poi in Lombardia. L’esordio a Cinisello di fronte a Yao Assouman (1-1), un colored si stanza a Parma da non sottovalutare. Infine, l’enfant de la maison, il ragazzo di casa Donatello Perrulli (2), l’ultimo talento estratto dalla feretra di Pierri. Nei dilettanti ha vinto il titolo italiano youth, ha disputato gli europei di categoria a adesso punta a raccogliere quello che gli è mancato in maglietta. Ha grandi qualità e potenzialità, ancora da esprimere compiutamente. Ritrova il milanese Lorenzo Calì (0-7-2) che ha retto i sei round dignitosamente. Vedremo cosa cambierà nella rivincita. E anche l’occasione per il pubblico di vedere all’opera un possibile beniamino di casa.

Biglietti in vendita presso la Rocky Marciano al PalaAllende, in Via XXV Aprile, 5 di Cinisello Balsamo e alla Opi Gym (02.89452029) a Milano. Prezzi:15 euro (tribuna) e 25 (parterre).