Sabato sera al palaBoni di Mantova (via Luzio 7), nella riunione mista organizzata da Francesco Ventura con la Boxe Loreni e la Boxe Mantova del maestro Bruno Falavigna, andranno in scena due derby di scuderia del Team Cavallari-Ventura che promettono scintille.

Dopo una ricca cornice dilettantistica articolata in otto incontri in cui saranno impegnati tutti i giovani mantovani (Serjo Koka e Leonardo Piadena della Boxe Mantova, Andrea Bertaiola, Simone Bassi e Kevin Alberini della Mantova Ring, Edoardo Fava della Lavadera Boxe Viadana), sarà la volta dei due match pro sulla distanza delle sei riprese, due sfide in campo neutro e almeno sulla carta assolutamente ‘da tripla’.

Nei cruiser se la vedranno il rumeno (ma si allena alla Boxe Piacenza del maestro Nicola Campanini) Ovidiu Enache, ben più forte di quanto dica il suo record e che ha ottenuto quest’anno i primi successi riuscendo a cambiare l’inerzia di una carriera che sembrava segnata, ed il campano (allenato dal maestro Francesco Pizzo) Stefano Capone, ai primi passi tra i pro dopo una buona carriera da dilettante.

Nel match clou al limite dei superleggeri si affronteranno due siciliani I serie entrambi già ottimi sfidanti al titolo italiano, in un atteso incontro di rivincita: il palermitano Giancarlo Bentivegna, seguito all’angolo dal maestro Lenny Bottai, fermato nel 2018 contro l’allora campione Ballisai per una ferita all’ottava ripresa (quando stava prendendo in mano le redini dell’incontro) e sconfitto di misura alla lettura dei cartellini, ed il siracusano di origine rumena Ciprian Albert (accompagnato dai maestri Marco Acresti e Gianmaria Leonardi), già campione europeo di K1 e più che degno challenger solo pochi mesi fa di Domenico Valentino per il tricolore dei leggeri. I due si sono già affrontati nel 2017 a Palermo, quando al termine di sei vibranti riprese vinse ai punti Bentivegna, che pure aveva subito un conteggio nel primo round. Chi vincerà quest’attesa rivincita potrà scalare la classifica dei prima serie per ottenere al più presto una nuova chance per il titolo italiano.

Di Alfredo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi