Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

A Montichiari i campioni sono Marsili e Rigoldi | 2Out.it – Seconds Out – Free Sport Magazine

A Montichiari i campioni sono Marsili e Rigoldi

Rigoldi vs Gallo marsili-perez2 marsili-perez1E’ andata bene anche per affluenza di pubblico la riunione organizzata da Mario Loreni al PalaGeorge di Montichiari, il degno coronamento di un’interessante serata che ha visto il quarantenne Emiliano Marsili ridimensionare il colombiano Aristides Perez e Luca Rigoldi conquistare il titolo italiano dei supergallo dopo aspra battaglia con un fighter del calibro di Iuliano Gallo. Una serata che ha riconciliato il pubblico, anche quello televisivo, con la boxe. Emiliano Marsili ha conquistato il Titolo Intercontinentale WBA dei leggeri, frutto di una rinascita solo apparente vista la sua imbattibilità. Per lui “inizia” il nuovo avvicinamento mondiale, che dovrebbe essere visto non come un premio alla carriera, ma la logica conseguenza di una bravura pugilistica e di una solidità caratteriale difficile da riscontrare. Nella serata di Montichiari “Tizzo” ha dominato il suo avversario in lungo e in largo come testimoniano i punteggi: 118-110, 119-109, 118-110. Marsili ha dimostrato di avere nelle gambe ancora un buon ritmo per affrontare le 12 riprese, anzi ha addirittura impresso maggior vigore nelle ultime, segno che fiato e fisico non risentono minimamente dell’età. Il colombiano Perez ha capito subito che per lui non era la serata giusta, troppo inferiore tecnicamente. Il jab destro di Marsili ha creato una barriera e il sinistro ha avuto un utilizzo parsimonioso, segno evidente che la mano aveva qualche problema, un po’ il tallone di Achille del civitavecchiese. Perez ha fatto subito la somma delle sue possibilità sparando improvvise sventolacce e un paio di volte è arrivato a segno in maniera deflagrante, anche se ben smaltito. Oltre a questo ha messo in luce il classico campionario dove scorrettezze e provocazioni trovavano buono spazio, rimandato però al mittente grazie all’abilità del nostro pugile, il quale ha forzato “la mano dolorante” in un paio d’occasioni dove l’ospite ha rischiato il tracollo, nel 7° e soprattutto nel 9° round. Intervistato dal telecronista Davide Novelli Marsili ha lanciato una sorta di appello soprattutto alle istituzioni per dargli quì a casa sua la possibilità di una sfida mondiale che richiamerebbe il pubblico delle grandi occasioni, ma soprattutto di sentirsi addosso la voglia di combattere ancora fino a 42 anni…

Luca Rigoldi le sue qualità le aveva messe bene in luce nella sua precedente sfida valevole per il titolo nazionale dei supergallo contro un pugile della levatura di Jahyn Parrinello. Il veneto le ha riconfermate contro Iuliano Gallo per lo stesso titolo, lasciato vacante da Parrinello. Il match tra i due è stato entusiasmante, disputato senza un attimo di tregua. Una battaglia che vedeva prevalere ora l’uno ora l’altro. Non facile stilare un verdetto tra l’altro avvenuto per split decision: 97-93, 96-94 per Rigoldi, 96-95 per Gallo. Il successo dell’allievo di Gino Freo è stato senz’altro meritato soprattutto per aver applicato una boxe non solo improntata sullo scambio duro, ma anche su una maggiore varietà di temi.

RISULTATI

Supermedi: Matteo Guainella b. Francesco Alberti a.p. 4.

Mosca: Ilaria Scopece b. Mirela Barudzic   a.p. 6

Supermedi: Luca Capuano b. Bojan Radovich a.p.

Supergallo: Luca Rigoldi b. Iuliano Gallo a.p. 10. Valevole per il Titolo Italiano

Leggeri: Emiliano Marsili b. Aristides Perez a.p. 12. Valevole Titolo Intercontinentale WBA.

(al. br.)

Foto di Renata Romagnoli