(Comunicato Boxe Latina)

Dopo l’episodio di domenica al PalaSantoro di Roma che ha riguardato il pugile Mattia Spinelli, riportiamo l’intervento del presidente della Boxe Latina 1956 Mirco Turrin: “Ancora una volta ci scusiamo con la Federazione Pugilistica Italiana, il pugile Salvatore Di Stefano e il suo staff. Subito dopo l’episodio siamo andati a scusarci insieme a Mattia. Quanto accaduto non appartiene alla Boxe Latina, che poggia l’attività sulla disciplina, il rispetto e il valore supremo della sportività. Dentro e fuori dal ring. Mattia, che è un ragazzo di 16 anni, avrà modo e tempo di pensare al suo futuro da pugile. Stiamo valutando un provvedimento disciplinare. E’ un prodotto del nostro vivaio e anni di lavoro e sacrifici non vengono cancellati da un singolo episodio, estraneo alla nostra storia. Da 65 anni la Boxe Latina non è questa. Assolutamente”. Anche il ragazzo ha postato le proprie scuse sul profilo social.

Per la cronaca prettamente pugilistica Mattia Spinelli (54 kg) in semifinale ha superato ai punti il campano Cuomo Francesconello della Boxe Vesuviana e in finale è stato sconfitto sempre ai punti dal siciliano Salvatore Di Stefano della Pugilistica Carini. Una medaglia d’argento dopo i due ori conquistati nei precedenti Titoli Italiani Giovanili. Nella stessa competizione, è arrivata la medaglia di bronzo per Loris Manolito Leone (57 kg), uscito in semifinale ai punti dopo il match con Fabrizio Gabriele delle Fiamme Oro.

I Campionati Italiani Giovanili agonisti chiudono l’anno agonistico 2020 della Boxe Latina, che pandemia a parte, si è confermato comunque assai lusinghiero per risultati raggiunti ed eventi organizzati. Dai secondi posti nazionali per attività giovanile ed amatoriale, attributi a febbraio in base ai meriti conseguiti l’anno precedente, all’organizzazione eccellente a settembre, al Palaboxe “Città di Latina” di via Aspromonte, della fase regionale dei Campionati Schoolboys – Junior – Youth. Evento molto apprezzato dalla Federazione Pugilistica Italiana e dalle società degli oltre cento pugili presenti.

Di Alfredo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi