di Alfredo Brunodanza.JPG 

La A.S. Parisi Boxe di Latina ha chiuso l’annata nel migliore dei modi organizzando un’interessante riunione mista dove hanno fatto bella figura tre professionisti del calibro di Spada, Ndiaye e De Carolis. Una lunga serata di boxe dove ha trovato anche ampio spazio all’inizio le esibizioni del gruppo majorettes Blue Twirling e due scatenate ballerine brasiliane che si sono esibite con Gino, ballerino equilibrista e contorsionista con la spada; non poteva mancare inoltre la danza del ventre con un’ affascinante e sinuosa ragazza che oltrettutto teneva in perfetto equilibrio sulla testa un candelabro.

 
La serata si è svolta dentro la bella palestra della scuola ITIS Marconi, una struttura ormai collaudata per la boxe, ed ha aperto con il III Trofeo  Agro Pontino, dedicato alla memoria di Valentino Miglioranza. La manifestazione perfettamente organizzata dal presidente Mirco Parisi, che intendeva anche festeggiare la nascita di Alessio, ha dedicato la parte iniziale ai dilettanti. L’ apertura vede due emozionatissimi ragazzi che si sono equivalsi, anche se la giuria ha visto prevalere  Raffa su De Paolis. Loreti è un elemento su cui il duo Mattioli-Ascani punta forte. Il giovane ha letteralmente assalito il non disprezzabile Marchetti. Dopo una prima ripresa favorevole al romano Marchetti cercava di controbattere nel round successivo fino a quando s’infortunava alla mano in maniera dolorosa e dopo il conteggio abbandonava. Tra Di Micco e Gallinaro due riprese di fuoco prima della conclusione avvenuta nella terza quando un micidiale gancio sinistro al mento faceva crollare al tappeto il secondo che dopo il rituale conteggio veniva rimandato all’angolo dall’arbitro. Zampini ed Esposito garantiscono sempre un buono spettacolo e non hanno deluso neanche stavolta. Zampini è apparso in giornata di grazia costringendo l’allievo di Dubla sulla difensiva. Nella seconda metà del match Esposito ha preso quota con un Zampini che amministrava il suo vantaggio per ottenere la vittoria di misura. A Zampini e a Di Micco è stato consegnato un trofeo uali migliori pugili della serata. Tra Barnaba e Macaro inizia una battaglia dalla corta distanza senza troppi complimenti fino a quando un pericoloso taglio all’occhio consiglia l’intervento del medico con il relativo stop.
buccionispadaparisi.JPG

Alle 23 precise c’ è il collegamento con l’emittente TV Lazio, canale 903 di Sky, per i professionisti che iniziano con Spada ( + 25, 13 per ko) e il ceco Hruska ( + 9, -29). I due si conoscono per essersi già incontrati. Vulcano conosce bene la pericolosità del suo avversario e si avventura con giudizio negli scambi. Hruska, guardia destra, pesca in uscita con il gancio sinistro Spada che dalla terza ripresa fa un uso sapiente del jab sinistro per tenere alla distanza il pericoloso avversario. Il match, tecnicamente pregevole, è seguito con interesse. Alla quinta ripresa un bel destro di Spada fa traballare Hruska che dimostra doti di incassatore fuori del comune. Spada, che accusa un fastidio alla mano destra, si scatena nell’ultimo round per prendere il largo nel punteggio. Si è trattato di un ottimo test per vagliare il suo grado di forma, che è sembrato ottimo, in attesa dei prossimi impegni.
de-carolis.JPG

De Carolis (+ 3) è ormai un beniamino del pubblico pontino che lo ha visto esordire proprio all’ITIS Marconi. L’allievo di Mattioli spara delle bordate tremende che alterna al corpo e al volto. Parte forte e il suo avversario Lubomir Hantak ( + 1, -18) termina malconcio il primo round. De Carolis manca ancora d’esperienza, tenendo conto che è entrato nel mondo della boxe da due anni e mezzo circa, e questo lo si rileva ancora nella distribuzione delle forze lungo l’arco delle sei riprese. Hantak passata la bufera ha accettato, mostrando una certa abilità, la distanza raccorciata dove le lunghe braccia di De Carolis perdevano la loro efficacia costringendolo in una palude tattica che faceva respirare lo slovacco. Il romano cambia disco negli ultimi minuti girando al largo e punzecchiando l’abile avversario con il sinistro per ottenere una faticosa ma meritata vittoria.
dsc_9848.JPG

Chiude la serata Mouhammed Alì Ndiaye( + 14, 8 per ko), avvelenato per aver perso l’opportunità europea di Santo Stefano per l’infortunio di Di Giacomo, e a farne le spese è stato il belga Hammouch ( +3, -1) che si è trovato di fronte a un tornado che lo ha costretto a subire due conteggi nella prima ripresa. Nel round successivo le cose non miglioravano certo per Hammouch che deve subire dopo un sinistro d’apertura un micidiale destro alla mascella costringendolo al tappeto e al kot. Un match veloce con un Ndiaye in grande spolvero per la soddisfazione di Davide Buccioni.
dsc_9829.JPG

RISULTATI
Dilettanti
Mosca: Raffa (Forum Appii) b. De Paolis (E. Bertola Priverno) . 
Leggeri: Di Micco (E. Bertola Priverno) b.. Gallinaro (Dubla Boxe) rsch 3.
Welter: Zampini (Team Boxe Roma XI) b. Esposito (Dubla Boxe).
Superwelter: Loreti (Team Boxe Roma XI) b. Marchetti (Body Evolution) rsci 2.
Superwelter: Macaro (Body Evolution) e Barnaba (Centocelle) no contest I round.
Professionisti
Medi: Domenico Spada (OPI 2000 ) b. Patrick Hruska (Repubblica Ceca) a.p 6r.
Supermedi: Mouhammed Alì Ndiaye (BBT) b. Houssein Hammouch (Belgio) kot 2..
Medi: Giovanni De Carolis (Alberto Chiavarini) b. Lubomir Hantak (Slovacchia) a. p.6r.
Arbitri: Casentini (c.r,), Lamusta, Marzuoli, De Maldè, Di Mario.
Medico: dott. Emiliano Bonanni.           
       

Di Alfredo

Un pensiero su “Danza e Boxe a Latina”
  1. Salve, ho visto gli incontri di latina del 22 dicembre e a dire il vero il match fra Zampini ed Esposito secondo me andava fermato. Grande cuore del ragazzo della Dubla, ma ben poco a che vedere col pugilato. Sto pensando anche di fare un richiamo in federazione nei confronti dell’arbitro… un match cosi non può e non deve avere luogo, per rispetto dei pugili, degli spettatori e degli allenatori.

I commenti sono chiusi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi