Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

Emiliano Marsili contro Perez si riaffaccia sul mondo…che conta | 2Out.it – Seconds Out – Free Sport Magazine

Emiliano Marsili contro Perez si riaffaccia sul mondo…che conta

Domani sera dentro il PalaGeorge di Montichiari si riaffaccia il civitavecchiese Emiliano Marsili e lo fa da quarantenne imbattuto (+ 32, = 1) dopo 13 anni di professionismo, un record difficilmente riscontrabile nella nostra storia pugilistica. Nella ridente cittadina lombarda alle porte di Brescia se la dovrà vedere con il colombiano Aristides Perez (+ 29, -8, = 2), 35 anni, per il titolo Intercontinentale dei leggeri WBA, lasciato vacante un paio d’anni fa dal kosovaro Edis Tatli, diventato cittadino finlandese. Un match non certo impossibile conoscendo le qualità del nostro pugile, ma ugualmente insidioso per l’età e per il fatto che Perez viene da una bella serie di successi a partire dal 2012 che lo ha posto su di un piedistallo per acquisire meriti ed essere un degno cosfidante insieme a Marsili. Quest’ultimo dopo aver cambiato manager, si gioca forse la carta più importante della sua lunga carriera, che pure lo ha visto per lungo tempo campione europeo, e anche con una pennellata di mondiale Silver nel match memorabile disputato a Fiumicino.

Marsili ha fatto il suo esordio nella scuola di Peppe Peris non giovanissimo, ma da dilettante dimostrò subito qualità non indifferenti soprattutto in zona carattere, classica di chi non ci sta a perdere. Le tre riprese spesso offuscano le qualità di ciascun pugile, soprattutto quelli più dotati. Con il professionismo le doti escono allo scoperto e così è stato per Marsili, che abbiamo visto migliorare match dopo match. Dopo il successo su Diaz era arrivato ad un passo dalla sfida mondiale con Dejan Zlaticanin, ma un infortunio lo allontanò e gli fece rimescolare le carte per quella che sarà la parte finale della sua carriera. Contro Perez in pratica riprende il dialogo interrotto, chiedendo il nuovo lasciapassare sul tetto del mondo, che la sua carriera merita ampiamente. Sul suo cammino irto di spine si sovrappone un pugile colombiano, nativo di Cartagena, una cittadina che ha dato i natali a fior fiore di campioni tra cui Rodrigo Valdes, l’uomo che fece tremare Carlos Monzon.

La serata di Montichiari mette in scena anche un titolo italiano molto interessante, quello che vedrà contendersi la corona dei supergallo Iuliano Gallo e Luca Rigoldi, due giovani che hanno messo in luce doti non comuni bruciando in poco tempo le tappe. Lo spettacolo è garantito, come d’altronde è garantito anche nei match di apertura.

(Aldo Bonferru)locandina%20marsili

 

Saturday 10 December 2016

PalaGeorge

Montichiari, Lombardia, Italy

commission Federazione Pugilistica Italiana

promoter Mario Loreni (Boxe Loreni)

matchmaker Graziano Loreni

television Italy RaiSportSat1

Lightweight Emiliano Marsili 33, 0, 1 VS Aristides Perez 29, 8, vacant WBA Inter-Continental lightweight title

Super Bantamweight Iuliano Gallo 6, 1, 0 VS Luca Rigoldi 11, 1, 1. vacant Italy super bantamweight title

Super Lightweight Francesco Acatullo 9, 7, 1. VS Luca Marasco 17, 3, 1.

Flyweight Ilaria Scopece 3, 0, 0. VS Mirela Barudzic 1, 7, 0.

Super Middleweight Luca Capuano 3, 0, 0. VS Bojan Radovic 4, 13, 0.

Super Middleweight Francesco Alberti 2, 0, 0. VS Matteo Guainella debut