Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

Fabio Turchi è il campione dei massimi leggeri | 2Out.it – Seconds Out – Free Sport Magazine

Fabio Turchi è il campione dei massimi leggeri

Turchi__Lovaglio_23_dicembreNel bel Palasport di Scandicci, gremito di spettatori, Fabio Turchi, appena 23 anni, centra il suo primo grande obiettivo da professionista. Il titolo italiano dei massimi leggeri, lasciato vacante da Nicola Ciriani, è suo; per Maurizio Lovaglio, cosfidante, 34 anni, si può dire che non c’è stata via di scampo fino alla conclusione finale del sesto round. Nella prima parte del match Turchi dava l’idea di controllare il match senza forzare, ma nel quinto round ci sono state le avvisaglie di una prossima conclusione con una serie pesante che fa traballare Lovaglio, che finisce il round provato e con il naso sanguinante. Nel sesto il sinistro di Turchi centra il bersaglio e Lovaglio mette il ginocchio a terra e quando si rialza dopo il conteggio è aggredito come una furia da “Stone Crusher”, impressionante per determinazione. Il piemontese si difende strenuamente, ma non può evitare il tappeto sotto l’effetto di due montanti che spengono ogni velleità. Per l’arbitro nessun indugio perchè il match finisce lì con Turchi esultante e Lovaglio che sul ring di Scandicci forse dà un addio definitivo dopo una carriera, che lo ha visto ottimo protagonista con un titolo italiano conquistato a più riprese. Fabio Turchi riporta il titolo in famiglia, il padre Leonardo è stato campione nei mediomassimi, ma soprattutto si pone come l’uomo nuovo della boxe italiana con appena nove match, tutti vinti, alle spalle.

Nella serata c’è stata un’altra conferma: a Mohammed Obbadi (+ 12) è stato sufficiente un round per distruggere il georgiano Mishiko Shubitidze. La categoria dei mosca sembra aver trovato l’erede dei Burruni e degli Atzori. Negli altri incontri continua la serie del welter Dario Morello vincitore ai punti di Nodar Robakidze, mentre Angelo Ardito nei piuma registra una nuova battuta d’arresto, stavolta ad opera del sorprendente Dionisie Tiganas.