Frezza vs D'Antonidi Pietro Anselmi

PAVIA  06-12-2013  – Dopo aver conquistato la corona di campione d’Italia a S.Martino Siccomario giusto due anni fa e averla difesa per tre volte in difficili trasferte , Gianluca Frezza  ha potuto usufruire del caldo incitamento dei suoi sostenitori al Palaravizza di Pavia.La riunione è stata organizzata dalla Boxe Cavallari coadiuvata dalla Boxe Pavia di Giovanni  Franchi  presso la cui palestra si allena abitualmente il peso welter  pavese d’adozione. Il match ,sulla carta non proibitivo per il campione , si è rivelato più difficile del previsto per l’ottima prova del siciliano D’Antoni. Questi , senza timori reverenziali,  partiva alla grande sorprendendo Frezza alle prese con un difficile riscaldamento . I primi due round vedevano  un vantaggio netto dello sfidante  e solo dalla terza ripresa il campione in carica dava inizio ad un feroce contrattacco . Accorciando la misura e con un pesante lavoro al corpo , nel giro di due round  riequilibrava la contesa. Le riprese di mezzo viaggiavano su un piano di equilibrio così alla fine della sesta tornata il combattimento poteva considerarsi in parità. Il finale del match registrava  il definitivo vantaggio di Frezza che come un rullo compressore passava sull’avversario ormai incapace di reggere il ritmo che gli era stato imposto. Il merito di D’Antoni sfavorito della vigilia,  è stato quello di aver reso plausibile e molto vivace lo scontro  concluso tra gli applausi del pubblico di Pavia. Nel sottoclou  Francesco Acatullo otteneva una importante vittoria su Michelino Di Mari , successo   che lo aiuta nel  cammino di crescita anche se la sua non è stata una prova esente da pecche. Per la prima volta davanti al pubblico di casa ,lui vogherese con radici napoletane ,ha voluto strafare cercando la bagarre a corta distanza mentre il suo bagaglio tecnico gli avrebbe consigliato i colpi lunghi che fanno parte del suo repertorio .Il match ,equilibrato  nei primi round ma con leggera preferenza per il pugile guidato  da Luciano  Bernini,  trovava la svolta alla quarta ripresa quando il siciliano veniva ammonito per testa bassa   e lasciava via libera allo scatenato Acatullo che volava verso il  quarto successo (con un pari e una sconfitta) della sua fresca carriera. In precedenza Randazzo prevaleva abbastanza nettamente su Mellone apparso un po’ abulico nel contrastare il gioco del piemontese , monotono ma continuo,  e che gli procurava un chiaro vantaggio .La reazione del pugile di Eboli avveniva a circa metà combattimento ma si spegneva sotto un devastante gancio destro di Randazzo che lo faceva vistosamente accusare. Sonny  Upton è un giovane inglese al suo secondo match,una promessa con la particolarità di essere guidato da  Ricky Hatton una delle ultime“glorie” del pugilato britannico. Poco si è visto del combattimento  perchè il bulgaro  Dimitrov al secondo round veniva giustamente fermato dall’arbitro . La parte dilettantistica della riunione a cura della Boxe Pavia in cui la società organizzatrice aveva modo di far combattere alcuni dei suoi pugili. Lo School Boy  Zaiat si è dimostrato atleta promettente imponendo la legge del più alto a Giumelle della Boxe Inferno. Lo youth Vecchio ha superato di misura il lodigiano Agostino in virtù di  precisi destri d’acchito. Il peso medio Volpi longilineo quanto il suo avversario Contessa , calato dalla Valtellina ,secondo il mio parere non meritava il verdetto contrario . Almeno il pari se lo era guadagnato essendosi dimostrato più potente del suo avversario. Di buone prospettive ma molto acerbo Dovhaniuk peso massimo che ha regolato ai punti Cavalleri  di Lodi . Cossu della  società concittadina di Fabio Paragnani non ha aggiunto nulla di quanto abbiamo detto di lui quindici giorni fa. Il suo avversario Modica di Vigevano si è dimostrato buon incassatore. Due pesi massimi “esterni” , Salatino del Dragon Club e Karim Salem della Testudo se le sono date di santa ragione per tutto il match con prevalenza finale del primo ben attrezzato e più potente. Nel complesso è’stata una buona serata

Il dettaglio :

superwelter . Sonny  Upton (Inghilterra)  b. Traian  Dimitrov (Bulgaria)  kot.  2

welter           Luciano  Randazzo (T.Cavallari) b. Ricardo Mellone (T. Cavallari) p.  6

leggeri          Francesco Acatullo (T.Loreni kg. 61,9) b. Michelino Di Mari (T.Cavallari kg. 61) p.  6

Campionato italiano pesi welter:   :

Gianluca  Frezza  (T.Cavallari  kg.65,3) b. Giovanni  D’Antoni (T.Cavallari kg.65,3 ) p. 10

Uff. di servizio: Arbitro  Antonio  Giubelli  .Giudici :Ferruccio Robello 96-94 –  Giovanni Paolo 97-93 –Francesco Cardullo 97-94 Supervisore ,Guido  Cavalleri.

Dilettanti:

kg. 70 S,Boy  (3×1.30) Ruben  Zaiat (B.Pavia) b. Mirko Giubelli (B.Inferno)

Kg. 63 junior  (3×2) Giuseppe Cossu (BSA Pavia)  b. Sofien  Modica (Junior Vigevano)

Kg.61  youth  (3×3)  Daniel  Vecchio (B.Pavia)  b. Yuri  Agostino ( P.Grignani Lodi)

Kg. 75 elite 3 (3×3)  Andrea  Contessa (B.Inferno) b. Federico  Volpi (B.Pavia)

Kg. 85 elite 3 /(3×3)  Ihor  Dovhaniuk  (B.Pavia) b. Federico Cavalleri (P.Grignani –Lodi)

Kg.91  elite 3  (3×3)  Antonino Salatino (Dragon Clib) b. Karim Salem (Testudo)

Uff. di servizio : Poggi, T’Agnano, Robello, G.Paolo. CR Lodigiani

Foto di Marco Chiesa

Di Alfredo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi