Grande spettacolo alla Milano Boxing Night organizzata da Opi Since 82-Matchroom-DAZN che ha trasmesso in diretta streaming i cinque combattimenti svoltisi all’Allianz Cloud di Milano. Il britannico Gamal Yafai è diventato campione d’Europa dei pesi supergallo superando ai punti Luca Rigodi al termine di una dura e spettacolare battaglia.  Dopo l’ultimo gong entrambi i pugili hanno alzato le braccia in segno di vittoria. Il verdetto dei tre giudici è stato a favore di Gamal Yafai con i punteggi di 116-112, 116-112 e un discutibile 119-109. Al microfono di DAZN, l’ex campione d’Europa dei pesi welter Alessandro Duran ha detto di avere un punto di vantaggio per Gamal Yafai. Nessuno può mettere in dubbio la competenza di Alessandro Duran.  Ovviamente, Luca Rigoldi non è d’accordo con i giudici: “Sono state dodici riprese molto combattute, a volte mi sono trovato fuori tempo, ho sbagliato la misura, ma l’incontro è stato equilibrato. Avrò altre opportunità di farmi valere ad alto livello.” Adesso il record di Luca Rigoldi è di 22 vittorie, 2 sconfitte e 2 pareggi. Quello di Gamal Yafai è di 18-1.

 Non è stata da meno la sfida tra Devis Boschiero e Samuel Gonzalez. I due pugili hanno dato tutto combattendo a viso aperto per dieci riprese. Boschiero ha iniziato meglio, ma Gonzalez è cresciuto con il passare delle riprese e sono stati numerosi gli scambi spettacolari al centro del ring. Dopo l’ultimo gong era difficile stabilire il vincitore. Infatti, due giudici hanno assegnato  la vittoria a Boschiero per 96-94 mentre il terzo aveva lo stesso punteggio a favore di Gonzalez. Soddisfatto Devis Boschiero: “E’ stato un match molto equilibrato, sapevamo che era un avversario difficile e che di solito combatte in un’altra categoria: i pesi superleggeri. Non è stato facile a livello fisico. Questo match mi è servito per migliorare e mi ha fatto capire che devo lavorare di più in palestra per aumentare di almeno un paio di chili.” Per niente soddisfatto Samuel Gonzalez: “Ho vinto io!”.  Ora il record di Devis Boschiero è di 49 vittorie, 22 prima del limite, 6 sconfitte e 2 pareggi. Quello di Samuel Gonzalez è di 22 vittorie (8 prima del limite) e 8 sconfitte.

Nel match valeveole per il titolo mondiale dei pesi superleggeri IBF, monologo della campionessa Maiva Hamadouche che colpisce la serba Nina Pavlovic come e quando vuole atterrandola nella seconda e nella quinta ripresa con lo stesso pugno: un montante sinistro al fegato. La francese chiude spesso all’angolo la serba colpendola con delle spettacolari combinazioni che sono precise ma non abbastanza potenti da porre fine alla contesa. Nina Pavlovic assorbe tutto e risponde ogni volta che ne ha l’occasione. Nella settima ripresa, la Pavlovic si ferma dopo aver subìto un pugno sotto la cintura e l’arbitro le concede il tempo di riprendersi. Quando mancano venti secondi alla fine dell’ottava ripresa, l’arbitro vede Nina Pavlovic in difficoltà, la accompagna all’angolo, la serba si inginocchia e l’arbitro dichiara il knock out tecnico. Ora il record di Maiva Hamadouche è di 22 vittorie, 18 prima del limite, e 1 sconfitta. Quello di Nina Pavlovic è di

6 vittorie, 4 sconfitte e 1 pari.

Il campione d’Europa dei pesi superleggeri Sandor Martin ha dominato il nicaraguense Nestor Maradiaga  per tutte le otto riprese previste colpendolo a piacimento e con precisione. Maradiaga non è finito al tappeto solo perché i pugni di Sandor Martin non erano potenti. Infatti, il pugile spagnolo ha ottenuto solo 13 vittorie prima del limite su 37. Sia prima che dopo l’incontro, Martin ha detto che nel 2021 vuole combattere per il titolo mondiale.

Ottima prestazione di Mirko Natalizi che ha liquidato Manuel Largacha in tre riprese. Il knock down di Largacha è arrivato verso la fine della seconda ripresa dopo una serie di ganci alla mascella, ma l’arbitro non ha contato il panamense. Nella terza Largacha va all’attacco per far capire a Natalizi di non aver sentito i colpi, ma il romano lo colpisce con due larghi ganci consecutivi al volto a cui fa seguire dei jab molto precisi sempre al viso. I due continuano a scambiare pugni a viso aperto fino agli ultimi secondi del round quando Natalizi centra Largacha con una serie di pugni in faccia che inducono l’arbitro a dichiarare il knock out tecnico. Non fosse intervenuto l’arbitro, Largacha sarebbe crollato al tappeto. Adesso il record di Mirko Natalizi è di 9 vittorie consecutive, 6 prima del limite.

Di Alfredo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi