oliverasalejandra.jpg “Per Emanuela Pantani è già quasi tutto pronto per il Mondiale, sto definendo gli ultimi dettagli ma oramai ci siamo”. Queste le parole di un euforico Umberto Cavini, responsabile dei programmi dell’organizzazione di Rosanna Conti Cavini. Una notizia che ha un fascino particolare: quando si parla di Mondiale si suscita sempre un’emozione diversa, particolare poi se lo sport di cui si parla è la boxe. E per uomini o donne che sia, non c’é differenza.

 Emanuela Pantani( nella foto grande con Rosanna Conti Cavini), dopo aver vinto di recente il titolo Europeo nella sua Grosseto battendo elegantemente la rumena Elena Miftode, ha così l’occasione di fare il “grande salto”: diventare la nuova campionessa del mondo per la  WBC categoria supergallo, la seconda per l’Italia dopo Stefania Bianchini, che dello stesso Ente è campionessa nei mosca. In questo modo per l’atleta maremmana, ora in procinto di entrare tra le prime dieci del ranking mondiale, si aprirebbero le porte dei più grandi palcoscenici. A 36 anni Emanuela è in piena maturità sportiva e potrebbe diventare la nuova numero uno della sua categoria, un sogno fino a qualche tempo fa irrealizzabile ma che ora si potrebbe avverare.

pantani-e-conti-cavini.jpg
L’avversaria sarà ovviamente la campionessa in carica, l’argentina Alejandra Marina Oliveras( nella foto piccola). La sudamericana, soprannominata “Locomotora” per la grande vigoria tecnico-atletica, ha 29 ed è nel grande “giro” già da diverso tempo. Pugile che sul ring non si risparmia mai, la Olivares ha grinta e determinazione come sue caratteristiche, ha una buona esperienza e con la Pantani, che fa della tecnica la propria arma migliore, sicuramente assisteremo a un bellissimo incontro. Il curriculum della campionessa argentina (10 vittorie di cui 3 per ko ,2 pareggi e 0 sconfitte) non ha bisogno di essere commentato, si presenta da imbattuta e con pochi punti deboli. L’unico potrebbe essere rappresentato dal fatto che non combatte dal 4 Agosto, quando sconfisse la brasiliana Adriana Salles per la terza difesa del titolo. La Olivares strappò il titolo nel maggio 2006 alla messicana Nava, battendola con un perentorio ko all’ottava ripresa a Tijuana, giusto in casa della rivale.
Il Mondiale di Emanuela è arrivato grazie ad un lavoro intenso: da tempo infatti vanno avanti i contati dell’Organizzazione di Grosseto con il manager Mayo Marcosian, un’attività che ha richiesto sacrifici ma che dato anche i suoi risultati. Da definirsi ancora la data: si parla di febbraio-marzo, ma la ciliegina sulla torta è rappresentata dalla scelta del luogo, che quasi sicuramente sarà Grosseto. Per Emanuela una spinta in più, per Grosseto un evento di prestigio che arricchisce sempre di più la realtà sportiva locale.
 Ufficio stampa RCC boxe
www.rosannaconticavini.it        rccboxe@freemail.it

Di Alfredo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi