Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

Torna al Principe la boxe aspettando Scardina | 2Out.it – Seconds Out – Free Sport Magazine

Torna al Principe la boxe aspettando Scardina

di Giuliano Orlando

In attesa del ritorno sul ring di Daniele Scardina, fissato il 28 febbraio, dopo una sosta piuttosto prolungata, il Teatro Principe milanese riapre al pugilato. Alex Cherchi ha allestito la serata di domani domenica, per ricordare il quinto anno di attività, iniziato 5 dicembre 2014, col titolo italiano welter tra il campione Antonio Moscatiello e Riccardo Pintaudi, alla quale ne seguirono una trentina e  grazie proprio alla continuità il pubblico è tornato ed ha permesso anche la realizzazione dell’accordo con la Matchroom Boxing di Eddie Hearn e il servizio streaming DAZN. L’appuntamento di domani punta su Riccardo Merafina, beniamino di casa, contro Marco Miano che garantisce spettacolo per la generosità. Ivan Zucco (10) reduce dal successo sul quotato Vadim Gurau, sfidato dal ceco Ondrej Budera (12-14-1), il medio Samuel Nmomah (12) trova l’ambizioso Jan Marsalek  (6-1) non certo un collaudatore. Debutta in Italia Amarildo Vraja (1) albanese di 19 anni, garantito da Salvatore Cherchi, opposto al serbo Zlatko Janjc (Ser. 0-9) sui 4 tempi.

Negli scorsi mesi la OpiSince82 era impegnata sul fronte nazionale in collaborazione con la Matchroom di Eddie Hearn per il rilancio della grande boxe italiana, operando oltre che a Milano, pure a Firenze, Trento e Roma, chiudendo la stagione all’Allianz Cloud ex Palalido, con una grande successo di pubblico e spettacolo la sera del 25 ottobre, con Daniele Scardina (18) che ha disputato il miglior match della carriera, battendo con grande intelligenza il pericoloso belga Archegui (13-5-1), mettendolo al tappeto nel secondo round e gestendo il resto dell’incontro con intelligenza, nonostante una contrattura alla mano destra. Sarà ancora il milanese che risiede in Florida a tenere il clou fissato il 28 febbraio sempre all’Allianz, chiamato a difendere per la terza volta la cintura Internazionale IBF dei supermedi contro il francese residente nel principato monegasco, Andrew Francillette (21-2-1) recente sfidante all’europeo medi, perso ai punti contro il polacco Kamil Szeremeta (21) prossimo alla sfida mondiale contro il kazako Golovkin. Un test impegnativo per l’imbattuto milanese, inserito tra i top 15 delle IBF, WBA e WBO. Nella stessa serata altre due sfide titolate, come consuetudine dell’organizzazione. Il welter ucraino Maxim Prodan (18-0-1) mette in palio l’Internazionale IBF contro il lombardo Michele Esposito (17-4-1), mentre il torinese Francesco Grandelli (13-1-1) autore di un capolavoro tattico a Trento, battendo il favorito inglese Watford  Belotti (14-2), trova l’esperto campano Carmine Tommasone (20-1), che lo scorso febbraio combattè per il mondiale WBO, in palio la vacante cintura internazionale IBF piuma. A completamento di una serata imperdibile per gli appassionati della noble art, in costante crescita, il welter Dario Morello affronterà Andrea Scarpa in un incontro sulle 8 riprese, entrambi reduci da sconfitte, hanno necessità assoluta di vincere, per cui sarà battaglia intensa con Morello favorito. Il verbanese Ivan Zucco (10) in costante crescita contro il generoso Filippo Gallerini (7-5), 31 anni, nei supermedi, mentre Riccardo Merafina (6) contro il moldovo Vadim Gurau ( nel match più impegnativo della carriera. Vedremo a Milano il superwelter Cristian Cangelosi (1) 21 anni, azzurro nella nazionale giovanile dove ha vinto vari titoli. Il promettente palermitano ha debuttato a Jarabacoa nella Repubblica Dominicana, battendo il locale Noel Antonio Jimenez.