Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

Week end record: Principe di Milano, Azzano Mella fino a S. Giuliano per il Trofeo Ottavio Tazzi. | 2Out.it – Seconds Out – Free Sport Magazine

Week end record: Principe di Milano, Azzano Mella fino a S. Giuliano per il Trofeo Ottavio Tazzi.

di Giuliano Orlando
Risveglio eccezionale della boxe nazionale. Tra venerdì e domenica, saranno 12 le riunioni allestite in Italia. Inizio venerdì, al Teatro 10 di Cinecittà Studios di Roma, che ospita per la prima volta la noble art, con una sfida imperdibile nei supermedi tra l’ex iridato Giovanni De Carolis (26-9-1) della BBT e il campione italiano Dragan Lepei (16-1-2), romeno diventato italiano dal 2017, della Boxe Loreni, in palio il titolo Internazionale WBC, anticamera per salire nei top ten. Nella stessa serata suona il gong a Lugo di Romagna con i welter Mainenti-Capuano. A Borgaro Torinese (To) i superwelter: Zerbini-Cioce e i supergallo: Lusci-Genovese. A Isernia nel Molise, di scena l’ex azzurro e bronzo olimpico a Londra 2012, Vincenzo Mangiacapre contro Amedeo Maurizio nei superwelter. Al “Movieplanet” di S. Giuliano Milanese (Mi), la APOT1928, dei fratelli Nico e Leo Pasqualetti ex pugili e ottimi insegnanti, allestisce il IV trofeo Ottavio Tazzi, nel ricordo del grande maestro milanese, scopritore tra i tanti campioni, di Giacobbe Fragomeni che conquistò il mondiale cruiser, per anni insegnante alla Doria di Milano. Si inizia verso le 20 con la sfida Italia-Svizzera dilettanti, dove combatteranno gli allievi del gym dei Pasqualetti: Mattia (66) e Marco Alinti (68), Anghelescu (77), Grani (71) e Popa (83). Seguiranno due incontri professionisti, con i beniamini locali, cresciuti alla APOT di S. Donato Milanese, il mediomassimo Daniele Luongo che affronta l’emiliano Emanuele Venturelli, entrambi al secondo match, dopo l’esordio vittorioso. Quindi il superleggero Farek Benkorichi (3+), campione italiano dilettanti, debutto nei pro a Londra e ambizioni concrete, che dovrà confermare contro l’imbattuto Daniele Zagatti (4+), di cui si parla molto bene. I due ospiti si allenano a Ferrara con il tecnico Massimiliano Duran. La serata avrà inizio alle 20, preceduta alle 18,30 dalla cerimonia del peso, che avrà luogo come abitualmente si fa in America, davanti ai clienti nello spazio del Centro Commerciale S. Giuliano. Un fatto inusuale, accettato con curiosità e interesse dal direttore Giuseppe Galli, come da parte di Stefano Paladini responsabile della Multisala dove si svolge la riunione di pugilato. Per i due responsabili la prima esperienza del genere. Previsto il tutto esaurito nel locale capace di 420 posti.
Sabato al Teatro Principe di Milano, la OPI dei Cherchi, presenta l’imbattuto supermedio Ivan Zucco (5) contro il croato Frane Radnic (11-11) che a Firenze ha impegnato severamente Orlando Fiordigiglio. Per il pugili di Verbania un test importante in vista di impegni a tempi brevi con avversari molto quotati. In cartellone Emiliano Marsili (36-0-1) di Civitavecchia, inossidabile campione di 42 anni, ex europeo leggeri e già sfidante al mondiale, reduce dalla vittoria di Roma lo scorso febbraio, contro il quotato messicano Victor Betancourt (22-2) fermato al 7° round, che valeva il mondiale della Pace WBC. Torna a Milano dove l’11 giugno 2017, battè il giovane magiaro Zoltan Szabo, dando spettacolo, stavolta l’avversario è il giovane serbo Milan Delic, 20 anni che farà il possibile per interrompere la striscia positiva dell’italiano.
Da seguire l’imbattuto supermedio Merafina (4) contro l’esperto croato Zoran Cvek. Il romano Lomasto (14-2), prossimo alla sfida tricolore affila le armi contro Dimitrije Djordjevic, serbo di 21 anni. L’ex campione italiano Randazzo (12-3-3) a sua volta in odore di titolo italiano, se la vedrà con Nerdin Fejzovic, altro serbo in programma. Il medio nigeriano Samuel Nmomah (8), prosegue la strada dell’esperienza, contro Ivica Gogosevic, croato molto esperto. Una serata all’insegna della battaglia. Ad Azzano Mella (Bs) la Loreni Boxe mette sul ring il mosca Mohammed Obbadi (17-1) prossimo al titolo europeo, contro Nemanjia Sabljov (3-24-2), il promettente medio Rafaelo Sheshi (5-0-1) affronta Goran Sucevic (4-4-1), il welter Michele Esposito (12-4-1) trova Susa Janjic (7-20) e il campione italiano welter Nicola Cristofori (9-1-2) con Zejco Kovacevic (10-9-1). Avversari serbi. L’emittente 7 Gold, trasmette la serata. A Cagliari; superpiuma: Loi (d) c. Galici (2-9-1). A Savona; leggeri: Kuka (1-3-1) c. Lahlou (1-4-1). A Catania, mediomassimi: Kraiem (3-7-1) c. Failla (5-8-4). A Voghera (Pv), leggeri: Acatullo (11-8-1) c. Davide Calì (3-19).
Domenica a Cesano Maderno (Mi), leggeri: Sito; medi: Joshua Nmomah, mosca: Ilaria Scopece, avversari ancora da designare. A Nettuno (Roma), leggeri: Marte (d) c. Sponziello. (3-11-1). Al Palazzetto di Cinisello Balsamo (Mi) la Rocky Marciano allestisce il Trofeo dedicato al grande campione del mondo dei massimi, giunto alla 25° edizione. Per l’occasione Biagio Pierri, il fondatore delle palestra, propone la sfida della società opposta ai migliori giovani della FFOO, che arriveranno da Roma, guidati da Roberto Cammarelle, indimenticabile oro olimpico 2008 e argento nel 2012 a Londra con un verdetto scandaloso. Cammarelle in pratica torna a casa, essendo stato scoperto da Biagio Pierri nel lontano 1994, quando si presentò al maestro all’età di 14 anni. Attualmente Cammarelle è il responsabile dell’attività agonistica dei pugili delle FFOO. In programma 12 incontri, dove combatteranno cinque allievi della Rocky Marciano: Malinverni, Sferlazza, Critelli, Grimaldi e Bejko, oltre a giovani di altre palestre lombarde, che affronteranno i migliori prodotti della scuola militari che ha base a Roma. Si inizia alle 18.