_MG_0874 bMatteo Signani è il nuovo campione italiano dei pesi medi. Il “Giaguaro” della Boxe Cavallari ha strappato la cintura ieri sera (venerdì) a Gaetano Nespro, il quale è stato fermato dal medico all’ottavo round dei dieci previsti per una ferita all’arcata sopraccigliare sinistra causata da “colpo regolare” dell’avversario, quando l’esito dell’incontro era ancora incerto. Gioia incontenibile di Signani e di tutto il palazzetto Seven Sporting Club di Savignano sul Rubicone, gremito da oltre mille tifosi nonchè concittadini del nuovo campione. Soddisfazione da parte di Sergio Cavallari, organizzatore della serata in collaborazione con il Comune di Savignano sul Rubicone.
I due si erano incontrati sullo stesso ring con la stessa cintura in palio nell’ottobre 2008, ed allora Nespro aveva vinto nettamente ai punti grazie alle proprie doti di agilità e tempismo. Questa volta ci si aspettava, sentite anche le dichiarazioni della vigilia, un Signani all’assalto all’arma bianca, per cercare di far valere la propria maggiore potenza ed eludere il “mordi e fuggi” in cui il napoletano è maestro: ma fin dalla prima ripresa l’incontro si è messo su un binario di sostanziale equilibrio, “rotto” (è proprio il caso di dirlo) alla fine solo dalla ferita di Nespro. Il romagnolo non ha attaccato a testa bassa, ma ha tenuto guardingo il centro del ring in attesa che Nespro facesse la prima mossa per cercare di entrare d’incontro nella sua difesa. Il napoletano, dal canto suo, non è riuscito ad avere nettamente la meglio sullo sfidante come accaduto nel 2008. Nei primi due round qualche colpo preciso e interessante viene messo a segno da entrambi i contendenti: più puliti forse quelli di Signani, tutti accompagnati dal boato del pubblico, forse stilisticamente più apprezzabili quelli di Nespro.
_7003245
Nella terza durante una fase concitata il sopracciglio del campione si rompe, interviene il medico Sturla per tamponare la ferita e l’arbitro Nigro comunica ai giudici che il taglio è stato causato da “colpo regolare” di Signani e non da una testata o altro. Nespro dichiarerà alla fine ai microfoni di RaiSport+ di essere stato colpito dal gomito dell’avversario, ma le immagini non chiariscono. Dopo l’intervento medico Signani prova a chiudere il match e il palazzetto diventa una bolgia, ma Nespro resiste, e si ripresenta nuovamente pimpante nella quarta ripresa.
L’incontro entra nel vivo, l’atmosfera è tesa: i due pugili legano molto, quando trovano uno spiraglio lasciano partire i propri colpi, ed un paio di testate (sanzionata con l’ammonizione quella più plateale di Nespro) contribuiscono a riscaldare ulteriormente gli animi. All’ottava, quando tutto appare ancora da decidere, la ferita si apre di nuovo, e il medico non può far altro che interrompere il match.
Visto che il colpo che l’ha causata era stato “regolare” (anche se risalente a 5 round prima) non si procede alla lettura dei cartellini (come in caso di interruzione per ferita causata ad esempio da una testata), ma da regolamento federale (Art. 90, punto 3) viene dichiarato vincitore Signani per K.O.T.c. (vittoria per “fuori combattimento tecnico per ferita o intervento medico”). Nespro si arrabbia, ma Signani viene incoronato nuovo campione nazionale dei pesi medi nel delirio della folla.
Interessante anche il sottoclou professionistico, con due test non agevoli sui sei round superati a pieni voti da altri due pugili di Cavallari: il peso gallo romagnolo Pio Antonio Nettuno ha avuto la meglio ai punti sull’ostico ed esperto slovacco Elemir Rafael, mentre nei welter il milanese Gianluca Frezza ha battuto, sempre ai punti, l’ungherese Bela Sandor.
Spettacolari in apertura i 5 match tra dilettanti: vittorie per Ferretti, Dyrmyshi, Grillo, Muccioli ed il supermassimo parmense Matteo Modugno, quest’ultimo per ko tecnico alla seconda ripresa inflitto all’avversario Baldoncini con un micidiale montante sinistro al fegato che gli ha mozzato il fiato.

_2002064

RISULTATI

DILETTANTI

·                   Piuma cadetti: Alessandro Ferretti (Boxe Trcicolore Re) batte Marco Dia (Vasco De Paoli) per intervento medico all’inizio della terza ripresa.
·                   Superwelter III serie: Andy Dyrmyshi (Vasco De Paoli) batte ai punti Marco Nardoni (Nike Fermo)
·                   Piuma II serie: Giorgio Grillo (Nike Fermo) batte ai punti Filippo Lugaresi (Vasco De Paoli)
·                   Supermassimi I serie: Matteo Modugno (Boxe Parma) batte per kot alla seconda ripresa  Ettore Baldoncini (Nike Fermo)
·                   Welter I serie: Marco Muccioli (Vasco De Paoli) batte ai punti Marvin Perugini (Nike Fermo)

PROFESSIONISTI

·                   Gallo 6×3′: Pio Antonio Nettuno (Boxe Cavallari) batte ai punti Elemir Rafael (Slovacchia)
·                   Welter 6×3′: Gianluca Frezza (Boxe Cavallari) batte ai punti Bela Sandor (Ungheria)
·                   Medi 10×3’, valevole per il titolo italiano: Matteo Signani (Boxe Cavallari) batte per K.O.T.c all’ottava ripresa Gaetano Nespro (Boxe Cotena&Zurlo)

Di Massimo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi