Due medaglie d’oro e un argento, è il bottino della Be-boxe di Copertino (Le) al termine del “2° Torneo Nazionale Esordienti”, riservato alle categorie Schoolboys, Junior (ex Cadetti) e Youth (ex Juniores) in programma dal 12 al 14 marzo scorsi, presso il “Palazzo del Turismo della Perla Verde”  di Piazza Ceccarini a Riccione (Rn).
La manifestazione nazionale – rivolta ai giovani boxer dai 14 ai 18 anni – è stata organizzata dall’Associazione Pugilistica “Vasco De Paoli” in collaborazione con “Pol. Com. Riccione Boxe” e la Federazione Pugilistica Italiana (Fpi).
Ad esordire agonisticamente nel mondo del pugilato – dopo aver già visto lo scorso febbraio il giovane Perrone – tre atleti allevati dal maestro Francesco Stifani: Vincenzo Argano di Lequile (Le), Lorenzo De Paolis e Nicola Somma, entrambi di Copertino.
Nella giornata di sabato, il 17enne Vincenzo Argano nella categoria“Youth” (kg 91), ha superato il rivale Andrea Maugeri al termine della lunghezza delle quattro riprese da due minuti ciascuna.
Decisamente più facile il cammino per il 15enne Nicola Somma, categoria“Junior” (kg 66), il quale si è ritrovato praticamente in finale e, ironia della sorte, nella giornata conclusiva ha dovuto affrontare in finale, l‘altro 15enne copertinese, Lorenzo De Paolis, anche lui (categoria“Junior” kg 66). De Paolis, ha invece superato – al termine delle tre riprese da due minuti – Ervis Lala.

Argano, nella sfida finale ha affrontato Luigi Petterutti della “Tifata Boxe” di San Prisco (Ce), concludendo il match con la con la conquista della medaglia d’oro.

“Sono molto felice per l’oro di Argano – spiega il tecnico Stifani – anche se in seguito dovremo cercare di lavorare ulteriormente in palestra per cercare di rassodare il fisico e quindi non rischiare nelle prossime uscite, di trovarci di fronte ad atleti che potrebbero sfruttare qualche centimetro in più, non consentendoci quindi di poter portare a segno i colpi con estrema precisione”.

L’altra finale invece – categoria “Junior” kg 66 – ha visto contrapposti due atleti della Be-boxe – peraltro anche compagni si scuola – De Paolis e Somma; proprio quest’ultimo, è riuscito a vincere la medaglia d’oro, anche se la sfida, per lunghi tratti, è risultata essere estremamente equilibrata. Per De Paolis, comunque resta la soddisfazione per la conquista della medaglia d’argento.
“Per quanto riguarda il derby tre De Paolis e Somma – spiega Stifani – ho voluto seguire da lontano la sfida senza suggerire a nessuno dei due particolari indicazioni cercando quindi di non essere di parte per nessuno dei due. Credo che il match, qualora si fosse disputato in una riunione ordinaria, molto probabilmente sarebbe terminato in parità; De Paolis peraltro, pur potendo sfruttare un momento particolarmente delicato per Somma, ha voluto continuare ad assumere un atteggiamento molto sportivo nonostante si stesse lottando per una medaglia d’oro. Per Somma invece, ho apprezzato nella giornata di sabato, la perfetta esecuzione delle mie indicazioni; nonostante in palestra Somma abbia ravvisato qualche imperfezione, sul ring invece si è comportato in maniera ineccepibile. In questo torneo – conclude Stifani – abbiamo presentato ben quattro esordienti (lo scorso febbraio difatti ha esordito con la conquista della medaglia d’oro il 14enne di Taviano, Gilberto Perrone, nella categoria Schoolboys kg 37) conquistando tre medaglie d’oro ed un argento, dimostrando di essere una realtà estremamente competitiva capace di far accostare a questa disciplina diversi giovani e con risultati soddisfacenti.

Intanto con molta probabilità, dal 9 all’11 aprile prossimi, il Salento avrà il prestigio di ospitare il “Torneo Azzurrini” (riservato alle Categorie Schoolboys, Junior (ex Cadetti) e Youth (ex Juniores), organizzato dalla Be-boxe diretta da Francesco Stifani di Copertino, in collaborazione con la Federazione Pugilistica Italiana. La manifestazione, si dipanerà nelle vicinanze di Gallipoli e saranno impegnati circa 180 atleti, oltre ai tecnici, giudici federali, appassionati ed ovviamente ai vertici nazionali del pugilato italiano e alle massime cariche sportive e politiche locali. Rispetto al torneo ospitato lo scorso anno, il prossimo aprile, la provincia di Lecce sarà l’unica città in Italia, ad ospitare l‘evento che in questa occasione non sarà suddiviso in tre diverse zone, quindi – pur relegati geograficamente – la Federazione probabilmente darà il consenso agli organizzatori (coadiuvati da Caroli Hotel), per attivarsi ad accogliere un calendario di incontri decisamente corposo con numerosissimi match (circa 40 per giorno).

Di Massimo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi