Milano, 8 Marzo 2012 – Il gioco si fa duro ed ora è davvero vietato sbagliare. Dopo la sconfitta in Francia nell’andata dei quarti di finale, con il punteggio di 3 a 2, ogni passo falso sul ring nel match di ritorno, potrebbe costare la qualificazione alle semifinali per Dolce & Gabbana Milano Thunder.

Il compito per il team italiano potrebbe essere più semplice del previsto, visto che, a causa dell’assenza nelle fila del Paris United di un 54 kg e di un peso massimo, si parte già dal punteggio di 2 a 0. La lezione di Parigi è però ben viva nei ricordi del coach Damiani, che non vuole correre rischi e chiede la massima concentrazione ai suoi.

Rimane il dispiacere nel constatare che, anche in questa circostanza, come già avvenuto in altre occasioni, sarà impossibile offrire al pubblico in sala e davanti alla tv lo spettacolo previsto, a causa delle assenze del team avversario. La speranza è che, nelle semifinali, una sfida che sarà sicuramente appassionante ed all’ultimo respiro, possa ripagare tutti. L’impegno di Dolce & Gabbana Milano Thunder, a partire dai pugili e da tutto lo staff tecnico per arrivare fino alla dirigenza e tutti colori che lavorano a fianco del team, sarà sempre massimo in una competizione ed in un progetto che meritano di essere onorati fino in fondo.

 Veniamo al ring ed alle sfide che ci attendono.

 Salta il match nei 54 kg che doveva veder protagonista Vincenzo Picardi, impegnato fino a questo momento solo nel vittorioso match di Caserta, contro l’algerino Samir Brahimi.

 Nei pesi leggeri l’ungherese Miklos Varga affronta il francese Lahcen Fatah, debuttante nelle World Series of Boxing, al quale regala 5 cm in altezza. Un match tra giovanissimi (24 anni il nostro, 23 anni il leggero di Parigi), che visti i walk over dei francesi potrebbe già diventare decisivo. Se Varga riuscisse a sconfiggere il suo avversario porterebbe infatti il punto della certezza matematica di accesso alle semifinali per i Milano Thunder.

 Nei pesi medi non può salire sul ring il campionissimo Derevyanchenko, colpito dall’influenza, ed al suo posto combatte il brasiliano Pedro Lima, al secondo match stagionale, dopo la sconfitta a Los Angeles. Il 28enne, impegnato con i Beijing Dragons nella scorsa stagione, affronta il francese Farrhad Saad, giovanissimo diciannovenne, bronzo ai campionati francesi youth nel 2009, il quale aveva perso da Khositashvili ad Istanbul, nell’unico match disputato in WSB.

 

 Il nostro 85 kg Imre Szello, tenta di bissare il successo contro i Bangkok Elephants contro Nicolas Dion, medaglia d’argento ai campionati nazionali francesi nel 2010, pugile maturo, di 30 anni, con una discreta esperienza internazionale.

 Il match, come sempre, sarà trasmesso in diretta su Sportitalia 2, con il commento di Fabio Panchetti e Alessandro Duran (replica a mezzanotte su Sportitalia 1) e sarà visibile, a partire dal giorno successivo anche sul canale youtube della WSB: www.youtube.com/worldseriesboxingtv

 

Sabrina Ippoliti

Dolce & Gabbana Milano Thunder

Communication & Marketing Manager

Foto di Marco Chiesa

 

 

Di Alfredo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi