10170879_10153236697435190_2195841186729799570_nSabato 26 aprile, presso il centro sportivo Molinello, in Via Trecate 52 a Mazzo di Rho (vicino

Milano), la Opi 2000 di Salvatore Cherchi – in collaborazione con il Comune di Rho e la

palestra Francis Boxing Team – organizzerà una manifestazione imperniata sul vacante titolo

europeo dei pesi mosca tra Andrea Sarritzu e il bielorusso Valery Yanchi. Tornerà sul ring

anche Giacobbe Fragomeni, al suo primo impegno dopo la sfida al campione del mondo dei

pesi massimi leggeri WBC Krzysztof Wlarczyk a Chicago (USA). Affronterà il lettone Oleg

Lopajevs (7 vittorie e 8 sconfitte) sulla distanza delle sei riprese.

“Ho saputo solo all’ultimo momento il nome del mio avversario – commenta Fragomeni – ma

questo non è mai stato un problema per me. E’ fondamentale essere al top sia fisicamente che

mentalmente, il resto conta poco. Con David Haye, Wlodarczyk è stato l’avversario più difficile

della mia carriera professionistica.”

Ricordiamo che contro David Haye, Fragomeni fornì una grande prestazione riducendo a una

maschera di sangue il britannico che si riprese e atterrò l’italiano (che venne fermato da

Salvatore Cherchi insieme al suo allenatore dell’epoca Patrizio Oliva). Fragomeni ha

qualcosa da dire al riguardo: “Il mio team ha fatto bene a gettare la spugna perché non

sentivo più le gambe, ma è altrettanto vero che David mi ha colpito quando ero al tappeto e

avrebbe dovuto essere squalificato. Non lo è stato solo perché combatteva a casa sua.

Comunque, David ha ammesso che sono stato il suo avversario più duro, anche più di

Wladimir Klitschko.”

I pugili preferiti del campione milanese? “Miguel Angel Cotto mi piace tantissimo, come

pure Manny Pacquiao e Floyd Mayweather. Guardo anche i combattimenti del campione dei

massimi leggeri WBO Marco Huck, che avrei dovuto affrontare qualche anno fa ma una ferita

da me riportata in allenamento fece saltare il match.”

Professionista dal maggio 2001, Giacobbe Fragomeni ha sostenuto 37 incontri: 31 vinti (12

per knock out), 4 persi (3 prima del limite) e 2 pareggiati. E’ stato campione del mondo dei

pesi massimi leggeri WBC dal 24 ottobre 2008 al 21 novembre 2009.

Nella manifestazione è stato inserito anche un match di kickboxing stile K-1 (pugni,

calci e ginocchiate). Luca Novello e Davide Saini combatteranno sulla distanza di 3 riprese da

3 minuti ciascuna. Sarà un match, intenso, spettacolare tra due atleti di alto livello. Luca

Novello ha record di 15 vittorie (10 per ko) e 3 sconfitte ed appartiene alla palestra Francis

mentre Davide Saini (Doria) ha sostenuto 26 incontri con un bilancio di 16 vittorie, 9

sconfitte e 1 pari.

A Rho tornerà sul ring anche il peso mediomassimo Alessandro Sinacore (5-0) che sfiderà

l’italo-tunisino residente nel mantovano Jamel Haddaji (5 vittorie, 2 prima del limite, e 2

sconfitte). Sulla carta dovrebbe essere uno dei match più interessanti. Completeranno il

sottoclou il promettente peso medio rumeno Catalin Paraschiveanu (1-0) che affronterà

Ruslans Pojonisevs (un pugile lettone di grande esperienza) e il peso superwelter Daniele

Moruzzi (13-1) che sfiderà Andrejs Loginovs. Questi incontri saranno sulla distanza delle sei

riprese.

La riunione inizierà alle 19.30 con alcuni incontri dilettantistici di cui saranno protagonisti i

pugili della Opi Gym e della palestra Francis Boxing Team.

Un posto a bordoring costa 30 euro, in tribuna bassa 20 euro, in tribuna alta 15 euro. I biglietti

sono disponibili presso il negozio Leone (02-58315791), la Opi Gym (02-89452029) e la

palestra Francis Boxing Team (346-0994357).

Diretta su Rai Sport 1 alle 22.30.

Per ulteriori informazioni: pagina Facebook della Opi 2000.

Di Alfredo