36aa84bdb01e42a37363e7e82cf4cb3dLibri di Sport – Nuota, scia e tira calci al massimo – Quanto conta la ricerca in laboratorio per migliorare il rendimento. Studio dei materiali e degli atleti.

Sportivi ad alta tecnologia – La scienza che aiuta a costruire i campioni – Nunzio La Notte, Sophie Lem – Zanichelli Editore – Pag. 200 – Euro 12,90.

L’atleta non è una macchina, la condizione atletica perfetta, ovvero la “forma” si tocca poche volte, importante è sfruttarla nel momento giusto. A questo concetto abbastanza banale, si associano componenti che nascono in laboratorio e che studiano il nostro corpo dal primo all’ultimo muscolo, tendini, cuore e altro. Ed ecco che i ricercatori iniziano il loro lavoro valutando ogni funzione, comparando, cercando il punto massimo del maggior risultato. Il testo percorre questo affascinante cammino con tutti i test possibili, soffermandosi in particolare sul ciclismo, il nuoto, il calcio e lo sci. Due (ciclismo e sci) hanno l’ausilio del mezzo di supporto, il calcio questo supporto lo usa in modo diretto ma staccato, il nuoto è la sfida con l’acqua da penetrare nel modo più veloce. Per ogni disciplina la ricerca di come ottenere il meglio. L’evoluzione tecnologica delle bici e degli sci, i materiali testati migliaia di volte, per il nuoto l’atleta viene sottoposto a prove per capire il movimento migliore e utilizzare il tessuto più scorrevole per facilitare la velocità. Il famoso supercostume fu rivoluzione ma andò oltre i limiti e venne ritirato. Lo sci è tra i più complessi sport a livello di studio, poiché le componenti del successo sono numerose: sci, attacchi, bastoncini, casco, guanti e scarponi, per non parlare dell’abbigliamento, ovvero le tute che diventano un rompicapo come le scioline. Tutto questo è fonte di studi che durano anni per arrivare al dare il meglio in pochi minuti. Supporto non secondario, le foto in ogni disciplina per facilitare la comprensione delle ricerche.

Giuliano Orlando  

Di Alfredo