Shkoder (Albania) – 1/3 aprile 2011 
Strepitose Semifinali per il tricolore che ha conquistato tre passaggi alle Finali di domani. A tentare la scalata al podio più alto saranno gli azzurri Danilo Creati, Simone Fiori, Francesco Rossano, che oggi si sono fatti onore sul ring di Shkoder, e Manuel Cappai, con grande soddisfazione del tecnico federale Giulio Coletta.


Dopo un inizio non fortunato con l’uscita di scena nei Quarti di Finale dell’azzurro Dario Vangeli, oggi la Squadra Azzurra Elite, nella giornata delle Semifinali del Torneo Elite “Memorial Vilaznia 2011”, in corso a Shkoder in Albania, si è distinta vincendo in tutte le categorie di peso in gara. Un’impresa non semplice considerando le dieci nazioni partecipanti (Italia, Macedonia, Albania, Kazakhstan, Montenegro, Mongolia, Slovenia, Indonesia, Serbia e Bosnia), per un totale di 46 pugili, e le squadre di Kazakhstan e Mongolia composte da ben 9 atleti e quindi quasi al completo rispetto alle dieci categorie di peso olimpico in gara.
Il primo azzurro che domani si giocherà l’oro in occasione delle Finali sarà Manuel Cappai, categoria 49 Kg., che per sorteggio è arrivato direttamente in Finale. L’azzurro dell’Accademia Pugilistica Franco Loi di Cagliari, campione italiano youth passato alla qualifica Elite, si batterà contro l’indonesiano Hitarihun che oggi ha superato l’avversario mongolo.
Nei 69 Kg. a sperare di mettere la medaglia più preziosa al collo sarà  Danilo Creati, della Pugilistica Di Giacomo di Motesilvano, che in Semifinale ha battuto per 4 a 0 lo sloveno Brvic, un avversario chiuso e molto statico, come ha commentato il tecnico federale Giulio Coletta. Creati ha condotto il match con grande disinvoltura, prendendo il tempo giusto e mettendo a segno i colpi decisivi per la vittoria. Domani si confronterà con l’atleta di casa Bilali.
Ottima negli 81 Kg. la prova del laziale Simone Fiori, del Gruppo Sportivo delle Fiamme Oro, Guanto d’Oro d’Italia categoria +91 Kg., che, dopo un periodo di inattività dovuto ad un problema alla mano, ha mostrato di essere in grande forma contro un avversario ostico e forte fisicamente come il mongolo Erdenegayer, che ha disputato i Campionati Mondiali a Milano nel 2009 perdendo al terzo incontro. “Fiori – continua Coletta –  è riuscito a portare dalla sua il risultato, vincendo per 5 a 3, nonostante l’incontro sia stato molto tirato, grazie ad una buona mobilità e velocità di gambe, la stessa che dovrà utilizzare domani contro l’avversario kazako”.
Buono anche il match del +91 Kg.  Francesco Rossano, di Marcianise, anche lui agente delle Fiamme Oro e campione italiano in carica, che ha avuto la meglio sullo sloveno Urbane battendolo per 5 a 2. “Rossano si è mostrato rapido ed incisivo – dichiara il tecnico federale – e domani sarà in sfida con il kazako Ospanov. Per lui e per gli altri azzurri in gara sono molto ottimista. Comunque vada, l’Italia tornerà a casa con ben quattro medaglie su cinque atleti partecipanti”.
Michela Pellegrini
Ufficio Comunicazione FPI
Federazione Pugilistica Italiana

 

Di Alfredo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi