A BRANDIZZO IL 4 GIUGNO UNA GRANDE RIUNIONE TARGATA ROSANNA CONTI CAVINI CON IL TITOLO INTERNAZIONALE IBF DI LUCA MICHAEL PASQUA

Negli uffici grossetani della promoter Rosanna Conti Cavini si sta lavorando alacremente all’organizzazione di una manifestazione come quella di Brandizzo, centro alle porte di Torino, che il prossimo 4 giugno promette di essere una delle più importanti e suggestive di questo 2010 pugilistico. Ci sono infatti in programma ben sei incontri tra pugili professionisti, uno con in palio il titolo Internazionale Ibf dei superwelter più altri due con confronti tra atleti italiani. Nello specifico il grande protagonista sarà il torinese Luca Michael Pasqua, giovane rampollo dell’organizzazione di Rosanna Conti Cavini, che cercherà di entrare in possesso della prima cintura prestigiosa in carriera, messa in palio come vacante, dopo una carriera già interessante che parla di ben 15 vittorie con grandi percentuali di conclusioni prima del limite. L’avversario di Pasqua per le dodici riprese dell’Internazionale Ibf sarà l’imbattuto belga Nefzi Ayoub, uomo per cui parla il curriculum di 14 vittorie, un pari e un no-contest. Ayoub è campione belga e del Benelux dei superwelter ed è amministrato dal manager italo-belga Diadori.

Pugile dello stesso Diadori è anche l’altro belga Nordine Barmou, collaudatore conosciuto in Italia per aver imposto un pari all’ex campione italiano David Chianella, che a Brandizzo sarà impegnato sulle otto riprese contro Antonio De Vitis, il campione di Savigliano che proprio il 4 giugno dovrà testare le sue condizioni atletiche. Il ragazzo amministrato dalla manager Monia Cavini è infatti sfidante ufficiale del campione dell’Unione Europea dei superpiuma Karim Chakim (peraltro già battuto da De Vitis per kot alla quarta ripresa in un match valevole per il titolo del Mediterraneo Wbc) ma è anche in predicato di combattere per un titolo Intercontinentale. Sarà il match contro Barmou a dire quali saranno le prospettive migliori che Monia Cavini cercherà di indicare per il proprio assistito.

Oltre ai due pugili piemontesi la serata di Brandizzo vivrà di altre grande emozioni, con ulteriori quattro match da sei riprese. Primo grande protagonista sarà il migliore talento emergente della boxe italiana, il campione italiano dei supermedi Andrea Di Luisa, che cercherà di confermare la striscia vincente che parla di otto match conclusi tutti prima del limite affrontando l’ottimo collaudatore Gheorghe Danut, il romeno che a Viterbo lo scorso aprile ha messo in seria difficoltà il campione dei mediomassimi Francesco Versaci. Per Di Luisa prosegue quindi il programma appositamente studiato per lui da Umberto Cavini di sottoporlo a test via via sempre più impegnativi anche senza titolo in palio. La strada dovrà portare, al momento giusto, a un combattimento con un grande titolo in palio. Altro match da brivido sarà sicuramente quello “in famiglia” che coinvolgerà, al limite dei superwelter, il giovane neoprof perugino Walter Fiorucci, opposto al più esperto Marino Bucciarelli, in un match che doveva andare in scena a Viterbo ma che saltò per un’indisponibilità del pugile ciociaro. Fiorucci e Bucciarelli sono entrambi pugili emergenti e molto ambiziosi, quindi la loro sfida vivrà di alta spettacolarità e di grandi emozioni. Confronto poi tra giganti, per un match di pesi massimi che è diventato una vera rarità nella boxe italiana, ma che il 4 giugno vedrà protagonisti il fiorentino Vitale Mele, che ottima impressione aveva fatto nel suo esordio lo scorso anno, e il siciliano Rosario Guglielmino. Entrambi i pugili, amministrati da Monia Cavini, cercheranno una franca affermazione che li possa elevare nelle zone alte della graduatoria italiana della massima categoria. Il sesto match della serata vedrà protagonista l’ultimo arrivo nelle fila del team di Monia Cavini, il peso leggero toscano Paolo Gassani, che rientra in attività dopo una sconfitta subita lo scorso anno. Una vittoria contro il collaudatore romano Robert Cristea, che nel suo ultimo match qualche giorno addietro ha messo in serio imbarazzo il polacco Bienias con cui ha perso solo per decisione controversa ai punti, farà riprendere all’interessante Gassani la strada verso il titolo italiano che è stata solo momentaneamente interrotta.

Collegata alla manifestazione di Brandizzo ci sarà anche un momento di cultura storica della grande boxe internazionale, con la presentazione del libro “Quell’ultima notte a Las Vegas” (Bradipolibri editore), che lo scrittore Andrea Bacci ha dedicato alla vita e alle carriere dei grandi Marvin Hagler e Sugar Ray Leonard e sul loro match dell’87, uno dei momenti più noti della storia della boxe. L’appuntamento per chi non potrà accorrere al Palazzetto dello Sport di via Malonetto 67 in Brandizzo sarà anche quello delle telecamere di Rai Sport Più con il commento di Mario Mattioli e Nino Benvenuti.

Di Massimo