39mi Campionati Europei Elite

Ankara (Turchia) 15-25 giugno 2011

Il tricolore rinuncia alla corsa al podio nei 49 Kg. in cui l’azzurro Alex Ferramosca è stato battuto dal francese Jeremy Beccu ma conquista il secondo turno delle Eliminatorie nei 69 Kg. con Danilo Creati che ha superato il serbo Predrag Kovacevic. Domani l’attesa sfida tra l’olimpionico Roberto Cammarelle e lo storico avversario bielorusso Viktar Zuyeu.

Nella prima giornata delle Eliminatorie dei 39mi Campionati Europei Elite, in corso ad Ankara, con la supervisione dell’EUBC (European Boxing Confederation) e sotto l’organizzazione della Federazione Pugilistica Turca, l’Italia ha esordito con una sconfitta ed una vittoria. Ad uscire di scena nei 46-49 Kg. è stato il caporalmaggiore del Centro Sportivo Olimpico dell’Esercito Alex Ferramosca, campione italiano dei 52 Kg., battuto per 13 a 14 dal francese Jeremy Beccu, medaglia di bronzo ai Campionati Mondiali Youth del 2008. “Una vittoria di stretta misura – commenta il Team Leader della Squadra Azzurra Elite Alberto Brasca – visto il punteggio. Ferramosca ha fatto un buon match ma purtroppo la prima ripresa, in cui è andato sotto di tre punti, è stata fatale. Nella seconda ha recuperato un punto e nella terza si è aggiudicato anche il round ma ciò non è bastato per portare dalla sua il risultato”.

Il Team Azzurro si è poi rifatto nei 69 Kg. con il campione italiano Danilo Creati, dell’ASD Pugilistica Di Giacomo, che ha superato con abilità per 23 a 12 il serbo Predrag Kovacevic. “Creati ha disputato un match discreto. Sicuramente l’emozione del ring europeo non lo ha agevolato all’inizio del primo round in cui si è mostrato contratto ed insicuro. Nel corso della seconda ripresa ha preso coraggio e si è imposto sull’avversario. Come debutto va più che bene. Domenica prossima, nell’ultima giornata delle Eliminatorie, si giocherà il passaggio ai Quarti di Finale contro il turco Abdulkadir Koroglu”.

Domani pomeriggio il tricolore vedrà all’opera nei + 91 Kg. la medaglia d’oro a Pechino 2008, bronzo ad Atene  2004 e due volte campione mondiale Roberto Cammarelle, di Cinisello Balsamo, appartenente al Gruppo Sportivo delle Fiamme Oro,  che si confronterà con il bielorusso Viktar Zuyeu, medaglia d’argento nei 91 Kg. ad Atene 2004 ed alla scorsa edizione degli Europei. Un incontro da non sottovalutare ma il Capitano Azzurro è in grande forma e sa come affrontare un avversario che ha già battuto in occasione delle Semifinali dei Mondiali di Milano 2009 per abbandono alla prima ripresa.

UNA SFIDA STORICA PER L’ITALIA… Che è dal 1998 che non conquista una medaglia d’oro. In occasione dei 32mi Campionati Europei Senior svoltisi in Bielorussia a conquistare il podio più alto fu il massimo Giacobbe Fragomeni. A seguire gli azzurri non sono andati oltre la medaglia d’argento: nel 2000 a Tampere in Finlandia con Paolo Vidoz, argento nei +91 Kg.; nel 2002 a Perm in Russia con Roberto Cammarelle, argento nei +91 Kg., con Michele Di Rocco e Fernando Brunet Zamora, medaglie di bronzo rispettivamente nei 60 e 63,5 Kg.; nel 2004 a Pola in Croazia con Alfonso Pinto e Roberto Cammarelle, medaglie d’argento rispettivamente nei 48 Kg. e +91 Kg., e Domenico Valentino, bronzo nei 60 Kg.; nel 2006 a Plovdiv in Bulgaria con Alfonso Pinto, argento nei 48 Kg. Nel 2008 a Liverpool il tricolore è uscito di scena agli ottavi di finale con Dario Vangeli (Kg. 64), ultima speranza azzurra dopo Alfonso Pinto (Kg. 48), Alessio Di Savino (Kg. 57) e Alessandro Sinacore (Kg. 81). Nel 2010 l’Italia si è rifatta con la conquista della medaglia di bronzo nei 51 Kg. da parte dell’azzurro Vincenzo Picardi.

 Info e risultati dei campionati su http://eubc-boxing.org/ e www.fpi.it

Michela Pellegrini

Ufficio Comunicazione FPI

Federazione Pugilistica Italiana

Viale Tiziano, 70

Di Alfredo