di Michelangelo Anile
Daniele Petrucci conquista Ponte Milvio e sale sulla vetta del vacante titolo IBF Intercontinentale dei pesi Welter. Serata delle grandi occasioni  per il pugile di San Basilio e del M° Maggi che, davanti ad un numeroso pubblico accorso per l’evento, ha respinto le cariche dell’argentino  Jorge  Daniel Miranda, pugile esperto ed integro, passato più volte sotto le Forche Caudine  contro pugili di calibro internazionale.   Petrucci  visto in questo modo,  non ce ne voglia nessun, è il pugile italiano del momento:  veloce,  guardia ermetica,  colpi in serie e al bersaglio grosso, jab sinistro e destro d’incontro, montante in uscita. La varietà di colpi espressa dal pugile romano, ha sorpreso tutti più di quanto ci si aspettava.  Miranda , giunto nella capitale con intenzioni bellicose, è partito in quarta provando ad intimorire “Bucetto” che sistematicamente lo ha stoppato. Quest’ultimo ha avuto il pregio di attaccare per dodici riprese senza mai indietreggiare di un centimetro anche quando i colpi di Petrucci sono risultati  devastanti. Escluso la prima, ci sembra che tutte le riprese siano state ad appannaggio di Petrucci che mai ha sofferto i colpi di Miranda, eccetto un buon sinistro  nella quarta ripresa. Anzi. Petrucci dimostra la bontà della sua boxe  finendo in forcing l’ultima ripresa  anche contro i  pantaloncini con l’elastico andato in malora. Vittoria sacrosanta, è la trentasettesima in carriera.  Petrucci vince e soprattutto convince. Non c’è miglior viatico per un posto al sole, quella chance mondiale che ora gli spetta di diritto. Nel sottoclou, Federico Ranalli in forza ai maestri Federici e Zonfrillo, sbriga la pratica Duvancic  per KO alla seconda ripresa. Pari tra Buccheri e Cocco, derby in casa Buccioni che non ha scontentato nessuno. Qualche problema per Cardarello che,  al rientro dopo un anno di stop forzato, ha trovato sulla strada un pericoloso Cvek che ha venduto cara la pelle. Si conferma Ernesti su Hruska  maturo più che mai per  il titolo italiano dei medi.

Di Massimo

Un pensiero su “Daniele Petrucci in vetta all’IBF Intercontinentale”
  1. A Bucettoooo..ma guando fai con un avversario non passato al setaccio? e ci fai vedere quanto vali? ti stai invecchiando e non ti hanno fatto fare un Titolo serio, sbrigati a farlo, altrimenti l’età non ti perdona.

I commenti sono chiusi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi