L’ucraino Vitaly Klitschko ha difeso la sua corona WBC dei pesi massimi liberandosi entro la quarta ripresa dello sfidante di turno Manuel Charr, libanese di casa in Germania. Ieri sera nell’Olimpiyskiy di Mosca, nella capitale russa, il 41enne campione ha mantenuto la sua cintura per la nona ricorrenza da quando l’ha riconquistata la seconda volta nel marzo del 2009.Il risultato è giunto quando la ferita riportata dal challenger ha richiesto l’intervento del medico di servizio su richiesta dell’arbitro italiano Guido Cavalleri. Il sangue che sgorgava dall’occhio destro di Charr era troppo copioso ed il risultato per knockout tecnico si è deciso a 2:10 del quarto round, sotto lo sguardo del supervisore Jose Sulaiman Chagnon, presidente del WBC.


Fino a quel momento l’azione del campione è apparsa come un monologo di fronte al volenteroso avversario che non aveva armi sufficienti per contrastarlo. Charr ha continuato ad apparire troppo cauto e difensivo dinanzi all’incalzare dell’ucraino. Sono stati rari i tentativi dello sfidante di colpire Klitschko, tutti prodotti sul finire delle riprese. In una di queste occasioni, verso la chiusura del secondo tempo, è anche caduto. Vitaly ha seguitato a mostrare la sua superiorità con atteggiamenti spocchiosi. Senza difesa e con il destro troppo basso ha deriso ed irriso il suo avversario, provocando una dura reazione del suo angolo per l’inutile rischio che poteva correre.
Poi è giunta la ferita e la chiusura del confronto, contestata aspramente dall’entourage dello sfidante.
Klitschko ha migliorato il suo record portando il numero delle vittorie a quota 45 (41 prima del limite) contro 2 sconfitte decise per ferita.
Charr, 28 anni da compiere in ottobre, ha conosciuto il primo insuccesso dopo 21 trionfi (11 anzitempo).

Primiano Michele Schiavone

 Fonte www.sportenote.com

Foto tratta da www.boxingscene.com

 

 

Di Alfredo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi