Dicembre sarà un mese straordinario per la boxe italiana. Grazie al sapiente lavoro della

OPI 2000 presieduta da Salvatore Cherchi e dal manager Christian Cherchi, Giacobbe

Fragomeni e Simona Galassi avranno una nuova possibilità di salire sul tetto del mondo e

il campione europeo Michele Di Rocco difenderà il titolo.

Il 6 dicembre, a Chicago (Usa), Giacobbe Fragomeni (31 vittorie, 3 sconfitte, 2 pari)

sfiderà il campione WBC Krzysztof Wlodarczyk (48 vittorie, 2 sconfitte, 1 pari). Si tratta

della terza sfida mondiale tra i due. La prima si svolse a Roma il 16 maggio 2009 e

terminò in parità (Fragomeni era il campione WBC in carica e conservò la cintura). La

seconda ebbe luogo a Lodz (Polonia), il 15 maggio 2010 e si concluse con la vittoria di

Wlodarczyk per ko tecnico all’ottavo round (il titolo WBC era vacante). Da allora

Wlodarczyk ha difeso 5 volte la corona, in Polonia, Australia e Russia. La sua più grande

vittoria è stata quella contro il forte australiano Denny Green (TKO all’11mo), un idolo di

prima grandezza nel suo continente. A Chicago Wlodarczyk potrà contare sul tifo di

migliaia di americani di origine polacca, ma questo non spaventa di certo il pugile della

OPI 2000.

Il 7 dicembre, a Stoccarda (Germania), la campionessa d’Europa dei pesi mosca Simona

Galassi (19 vittorie, 2 sconfitte, 1 pari e 1 no-contest) sfiderà la campionessa mondiale dei

pesi mosca WBA Susi Kentikian. Sarà una sfida difficile per entrambe e di conseguenza

dovrebbe essere equilibrata e spettacolare: la romagnola ha conquistato il mondiale in due

categorie di peso (mosca WBC e supermosca IBF), mentre l’armena ha vinto tre versioni

del mondiale dei pesi mosca (WBA, WIBF e WBO). Il record di Susi Kentikian è composto

da 31 vittorie (16 per knock out), 2 sconfitte e 1 no-contest. Ha 26 anni (15 in meno della

Galassi) ed è una star in Germania, dove i media sportivi e generalisti le dedicano grande

spazio.

Il 21 dicembre a Brindisi (città europea dello sport 2014), il campione d’Europa dei pesi

superleggeri Michele Di Rocco (35 vittorie, 15 prima del limite, 1 sconfitta e 1 pari)

difenderà il titolo contro il finlandese Ville Piispanen (17 vittorie, 6 per knock out, 3

sconfitte e 3 pari). Di Rocco è uno dei migliori pugili italiani e la OPI 2000 ha grandi

progetti per lui, la conferma europea è solo una tappa verso il mondiale. Piispanen ha

combattuto contro Giuseppe Lauri (perdendo per ko tecnico al sesto round), Emanuele De

Prophetis (vincendo per abbandono al termine della quarta ripresa) e Vittorio Oi (perdendo

per decisione tecnica al settimo tempo in un match molto equilibrato).

I tre match dovrebbero essere trasmessi in Italia da un network televisivo nazionale. Gli

accordi sono in via di definizione.

Di Alfredo