OLYMPUS DIGITAL CAMERATrasferta internazionale piena di soddisfazioni per i pugili della Costantino Boxe di Ferrara, che dal 3 al 6 ottobre sono stati impegnati nella settima edizione del torneo giovanile “Kings of the ring” a Swidnica, nella Bassa Slesia, in Polonia. Il torneo, riservato alle società pugilistiche, oltre alla partecipazione di atleti di diverse società polacche ha visto la partecipazione di rappresentative provenienti dalla Germania, dalla Slovacchia, dalla Repubblica Ceca, dall’Ucraina, dall’Ungheria, dalla Lituania e naturalmente dall’Italia, per un totale di circa 80 atleti. La rappresentanza italiana era composta dai 6 pugili della Costantino Boxe, accompagnati dal tecnico Pino Costantino e dall’arbitro Enrico Finocchiaro. La squadra tricolore non ha vinto tutti i suoi incontri, ma ha comunque molto ben figurato.

L’Elite Juan Jimenez Scala ha scoperto sul ring di dover affrontare il suo match senza caschetto, secondo le  regole del nuovo regolamento polacco. Come se non bastasse si è trovato davanti l’esperto tedesco Jan Ferdinander, con cui ha perso la semifinale in modo netto ai punti, ma combattendo fino alla fine con molto coraggio.

Il pugile Junior Elias Hichri ha affrontato nella sua semifinale il polacco Aleksander Olkiewicz con cui ha lottato alla pari fino alla metà del secondo round, quanto un improvviso gancio al mento lo ha atterrato e ha imposto la svolta del match a favore dell’avversario, che lo ha quindi battuto ai punti.

L’Elite Roberto Guido nella categoria 75 kg. ha affrontato direttamente in finale, senza caschetto per la prima volta anche lui, l’ungherese Sandor Bokougi che ha dominato sin dalle prime battute, imponendogli anche due conteggi. Il match è stato fermato all’inizio della terza ripresa per lancio dell’asciugamano e quindi con vittoria dell’italiano per TKO.

La pugilessa Dorota Kusiak ha affrontato direttamente in finale la promettente polacca Paulina Zdanowicz. L’atleta di casa, mai doma, si è sempre proposta coraggiosamente all’attacco, ma non ha potuto contrastare la maggiore tecnica e valenza fisica della Kusiak che si è aggiudicata il match nettamente ai punti. Nella stessa categoria non ha potuto combattere la pugilessa ferrarese Hind Cherifi, per mancanza dell’avversaria.

La medesima predominanza ha dimostrato la Youth Megghy Kusiak che, direttamente in finale, ha incontrato la beniamina locale Kinga Czech. L’incontro è cominciato con un primo round equilibrato, ma nei restanti round la bilancia è subito caduta dalla parte della Kusiak che si è aggiudicata i restanti verdetti di tutti i giudici vincendo ai punti.

(E.F.)

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Di Alfredo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi