Il giorno 15 dicembre p.v., alle ore 10,30, presso la biblioteca militare centrale di palazzo Esercito  si è svolta, alla presenza del Sottosegretario Onorevole Guido Crosetto e del Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, Gen. Di Corpo d’Armata Giuseppe Valotto, la premiazione degli atleti delle sezioni del Centro Sportivo Esercito che si sono particolarmente distinti nel corso delle stagioni agonistiche 2008 – 2009.
DSC00404

Molti i campioni con le stellette presenti alla cerimonia a testimonianza dei numerosi successi raccolti dall’Esercito Italiano nel corso degli ultimi due anni.
A livello Federale sono ben 21 sono le medaglie conquistate a livello mondiale, 36 a livello europeo e 328 a livello italiano, senza contare l’argento vinto ai Giochi Olimpici di Pechino da Mauro Sarmiento nel Taekwondo ed ancora le 18 ed 6 medaglie arrivate, rispettivamente dai Giochi del Mediterraneo e dalle Universiadi.

Circa cinquanta gli atleti presenti, in rappresentanza delle sezioni di Roma (Sport olimpici), Courmayeur (Sport invernali), Piacenza (Motonautica), Pisa (Paracadutismo) e Lecce (Pentathlon Militare) che, dalle mani del Capo di Stato Maggiore dell’Esercito e da quelle di Presidenti di Federazioni e grandi campioni del passato, come Raimondo D’Inzeo, Klaus Di Biasi e Pietro Mennea, hanno ritirato il giusto e meritato premio.

Il Centro Sportivo Olimpico di Roma è stato rappresentato dall’argento olimpico, Mauro Sarmiento, dal campione del mondo di nuoto in acque libere, Valerio Cleri, dalla campionessa mondiale di ciclocross Eva Lechner, dalle vicecampionesse del mondo dei tuffi e del Taekwondo, rispettivamente, Francesca Dallapè e Veronica Calabrese, dall’oro europeo a squadre del tiro a segno, Niccolò Campriani, dagli argenti europei del sollevamento pesi, Vito Dellino, del taekwondo Daniela Castrignanò e del tiro a segno, Giuseppe Giordano e dai bronzi europei conquistati da Francine De Paola nella lotta, da Elisa Cusma, Giammarco Buttazzo e Daniele Meucci nell’atletica leggera, da Federico Bocchia nel nuoto, da Noemi Batki nei tuffi, da Leonardo Basile nel taekwondo, da Riccardo Mazzetti nel tiro a segno, da Diana Bacosi nel tiro a volo e da Nello Maestri nel karate.

Nutrita anche la presenza dei sciatori di Courmayeur con i campioni del mondo dello sci alpinismo, Dennis Brunod, Manfred Reichegger e Patrick Gruber, l’argento ed il bronzo mondiale conquistati da Gloriana Pellissier e Matteo Eyddalin; ed ancora spiccano le medaglie d’oro e di bronzo vinte nelle prove di coppa del mondo di sci di fondo da Magda Genuin e Fabio Pasin, come anche l’oro europeo di Denis Trento, nello short track.

Hanno completato la rassegna dei campioni 2008-2009 dell’Esercito, le medaglie d’oro di Salvatore Chiuri e Francesco Marsala vinte, rispettivamente, nelle classi 0/350 e 0/125 della motonautica e la medaglia d’argento in coppa del mondo, nel paracadutismo di precisione a squadre, conquistata dal Capitano Paolo Filippini.

Alla cerimonia erano infine presenti molte autorità militari come il Presidente del Centro Sportivo Esercito, il Colonnello Paolo Pavano, il Comandante del Centro Sportivo Olimpico di Roma, il Colonnello Dante Zampa, il Comandante della Sezione Sport invernali, Colonnello Marco Mosso e della sezione motonautica, il Col. Fabio Cornacchia ed i Presidenti delle Federazioni nuoto, Paolo Barelli, pesi e cultura fisica, Antonio Urso, lotta, judo, karate ed arti marziali, Matteo Pelliconi, Orientamento, Sergio Grifoni.

Di Massimo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi