di Michelangelo Anile
DSCF3708Una bella serata di pugilato con sei incontri dilettanti e tre professionisti,  ha riscaldato  la fredda  temperatura  del Palamunicio Roma XI  dove un folto pubblico ha sostenuto il beniamino di casa Giovanni De Carolis.  L’allievo del M° Mattioli vince e convince e  riscatta in parte  la delusione di Cecchina  per la mancata conquista della corona italiana dei Medi.    L’ostico Sandor  Ramocsa , ha impegnato più del dovuto  il romano  che ha faticato  non poco  per arginare gli attacchi scomposti ma altrettanto  pericolosi dell’ungherese. D’altronde,   il procuratore Alberto   Chiavarini non transige sul valore dei propri  pugili e ci ha riferito che “si diventa campioni  solo affrontando   i campioni”.    Prime due riprese al trotto per  De Carolis  che sceglie  la via della prudenza, non forza i tempi e studia l’approccio al match dell’ungherese.  L’anteprima del romano giunge solo  ad inizio della terza ripresa: un paio di colpi potenti e calibrati ai fianchi scuotono l’ungherese che da la sensazione di soffrire particolarmente .  Il match si infiamma e prende una piega stabile: De Carolis  tenta la via del montante e con il jab tiene a bada l’ungherese; quest’ultimo , allergico a indietreggiare, spara bordate al bersaglio  in cerca del colpo risolutore, ma incappa in un richiamo ufficiale per scorrettezze.     Nella quinta e sesta ripresa l’ago della bilancia pende decisamente a favore  del romano   in virtu’  di  una  serie di colpi al fegato  e  montanti a segno .  Ma l’ungherese,   abituato a passare sotto le Forche Caudine di pugili con quotazione internazionale,  accorcia sempre più la distanza e   si rende pericoloso soprattutto nel settimo round con un preciso quanto potente diretto destro che De Carolis non riesce ad evitare. L’ottavo round è  all’insegna della  bagarre. Ramocsa,  nel tentativo di  ribaltare il risultato a suo sfavore,  tenta un ultimo e disperato assalto finale ma si espone inevitabilmente a  precisi montanti del romano che vanno  sistematicamente a segno.  Dunque , Giovanni De Carolis supera ai punti l’ostico Ramocsa e aggiunge un’altra vittoria al suo palmares .  Adesso le idee sono più chiare: prima la difesa del titolo internazionale WBF, poi una   chance europea.  L’altro match professionista  tra  Nicola Cipolletta e Janos Toth dura solo 51 secondi.  Il napoletano , con un potente e preciso gancio al mento, spegne definitivamente  la  luce  all’ungherese  che cade   pesantemente al tappeto . Immediati i soccorsi del dott. Bonanni    che scongiurano il peggio.  Cipolletta si conferma  e lo fa a modo suo come aveva sentenziato in quel di Cecchina contro il romeno Spataru.   Il Super Piuma della BFV-Chiavarini ,  ha dimostrato di possedere tutte le carte in regola per una scalata ai vertici del boxing nazionale, tempi permettendo.  Il ritorno di Cristiano Cannas dopo una lunga assenza,  coincide con quello di Michele Gilardi. I due, affatto arrugginiti,  hanno dato vita a sei riprese intense e piene di colpi di scena. Tutto nella  terza ripresa quando un preciso gancio destro di Gilardi pizzica il mento di Cannas che piega le gambe e accusa vistosamente. Chi aspetta l’epilogo del match,  rimane deluso.  Cannas gira a largo per una manciata di secondi propizi per tirare il fiato e di scatto porta una serie a due mani spettacolare quanto potente. Gilardi è al tappeto e subisce il conteggio.  Il gong porta sollievo ad entrambi. Spettacolari le rimanenti tre riprese dove Cannas la spunta in extremis per una manciata di punti. Dopo una kermesse di incontri di Kick Boxing è la volta dei dilettanti.  Per la categoria dei  pesi Welter,  prestigiosa vittoria di Sabbatini contro De Paolis in un match avvincente e pieno di preziosismi e Ravese  batte  Ottaviani dopo un match incerto fino all’ultimo gong.  Nella categoria dei Medi vittoria di Grimeri sul campano Toscano  per RSCH nella prima ripresa e Ranaldi su Betti per RSCI  nella  seconda ripresa. Per i Piuma, pari tra il  campano Picariello e  Giuseppini  e nella categoria leggeri, Sainato batte in extremis l’indomito Zurlo.
RISULTATI :

Professionisti :
RISULTATI

DILETTANTI:
Medi : Valerio Ranaldi (Fight Club) b Mirco Betti (Nunca Mas) RSCI3
Welter: Massimiliano Ravese (Fight Club) b Giuseppe Ottaviani (Pol.Costantini) VP
Medi: Manuel Grimieri De Ioanni (Roma XI) b Salvatore Toscano (Dilett. Vesuviana) RSCH
Welter: Daniele Sabbatini (Filippella Setteville) b Marco De Paolis (Roma XI)  VP
Piuma: Stefano Giuseppini (Fortitudo) e Stefano Picariello x(Leone Fazio) PARI 
Leggeri: Lorenzo Sainato (Laima Team) b Peter Zurlo (Pug. Salernitana)

PROFESSIONISTI:
SuperMedi: Giovanni De Carolis b Sandor Ramocsa UD 79-72,78-74,79-75
SuperMedi: Cristiano Cannas b Michele Gilardi UD 56-52,59-57,57-56
Piuma Nicola Cipolletta b Janos Toth TKO 1

Di Massimo

2 pensiero su “Pugilato: Giovanni De Carolis batte Sandor Ramocsa al Palamunicipio Roma XI.”
  1. ANNUNCIO:
    SI E’ SMARRITA NEGLI SPOGLIATOI ANGOLO ROSSO UNA BUSTA CONTENENTE SCARPETTE PANTALONCINO E MAGLIETTE DA COMBATTIMENTO CHIUNQUE L’AVESSE TROVATA ABBIA LA BONTA ‘ DI RESTITUIRLA ALL’ORGANIZZATORI.CON LA SPERANZA DI RITORNARN INPOSSESSO VI AUGURIAMO FELICE NATALE E ANNO NUOVO!

I commenti sono chiusi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi