di Adriano Cisternino 

fpilogo.jpgSignificati e valori educativi del pugilato per lo sviluppo della personalità. Il tema è stato al centro di una conferenza tenutasi nei saloni della Scuola Militare Nunziatella di Napoli venerdì 14, promossa dal comandante della Scuola, col. Domenico Pace, ad iniziativa del prof. Enrico Apa, arbitro di pugilato, che della Scuola stessa è insegnante di educazione fisica e fautore dell’introduzione del pugilato come disciplina di difesa personale.


Davanti ad una folta ed attenta platea costituita in gran parte dagli allievi della celebre istituzione napoletana, hanno trattato l’argomento il presidente della Fpi, Franco Falcinelli, il coordinatore federale dei tecnici, Massimo Scioti ed il consigliere federale Gualtiero Becchetti,  nonché direttore di Boxe Ring, il periodico ufficiale della federboxe.
nunzplatea.jpg

Attentissima la platea costituita in gran parte dagli allievi della Scuola e da numerosi personaggi del pugilato nazionale, fra cui il consigliere federale Angelo Musone, il presidente del Comitato Regionale Clemente Folla, l’organizzatore Elio Cotena, gli allenatori Mimmo Brillantino e Biagio Zurlo, i dirigenti federali Giosuè Vitagliano e Alfredo Raininger e – ospiti graditissimi – gli ex-campioni del mondo Maurizio Stecca e Gianfranco Rosi.

nunzcompres.jpg
Dopo l’introduzione del presidente Falcinelli che si è soffermato sulla grande popolarità di questa disciplina citando grossi campioni mondiali fra i quali molti italiani, è stato mostrato un filmato dal titolo “Pugilato e Cinema”, tesi di laurea di Nicoletta Pellegrini, neo-laureata in scienze motorie allo Iusm di Bologna.
Il filmato mostra in 24 minuti celebri sequenze di storie del ring interpretate da famosissimi attori come Stan Lauren, Charlie Chaplin, Robert De Niro, Paul Newman, Sylvester Stallone, Clint Eastwood e tanti altri. Su questo filmato ha preso la parola Massimo Scioti illustrando un po’ il minimo comun denominatore di queste storie, cioè il significato intrinseco di questa disciplina che molti superficialmente disprezzano perché non la conoscono a fondo.
Chiusura affidata a Gualtiero Becchetti che ha approfondito gli alti valori umani racchiusi in questo antichissimo sport come il coraggio, il rispetto dell’avversario, la passione, il sacrificio, valori sintetizzati nell’abbraccio finale che coinvolge spontaneamente i due pugili al termine di ogni combattimento.   

FOTO DI GIOVANNI RODRIGUEZ
 
foto 2 = scambio di doni fra il col. comandante domenico Pace edil presidente federale Franco Falcinelli
foto 1 = un’immagine della platea, in primo piano Clemente Folla, presidente del CR Campano, Elio Cotena, Giosuè Vitagliano, Alfredo Raininger. in seonda fila Angelo Musone e Mimmo Brillantino

 

Di Alfredo

2 pensiero su “Il convegno sul pugilato alla Nunziatella”
  1. Hai perfettamente ragione caro Marco.Il pugile-atleta non ha eguali come lo si dimostra fin dall’antichità.Il problema semmai è come è gestito questo sport che ha delle possibilità enormi.

I commenti sono chiusi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi