Taranto: Smaliuk 22, De Pace n.e., Tagliamento 9, Gismondi 3, Varvaglione 1, Lucchesini 14, Saponaro n.e., Turco, Cascione n.e., Martelli 2, Molino, Ivaniuk 11. (All. William Orlando – 1* ass. all. Mimmo Calviello)

Campobasso: De Sole 9, Giacchetti 4, Moffa 4, Vitali 4, Trozzola 8, Mascia n.e., Rizzo 6, Lallo n.e., Bocchetti 9, Moscarella 15, Costato n.e., Boraldo (All. Gabriele Diotallevi – 1* ass. all. Roberta Di Gregorio). Note: spettatori 300 circa. Nessuna uscita per cinque falli. Arbitri: Francesco Solimeo di Lecce e Francesco Ricciardi di Santeramo in Colle (Bari).

Un inizio di anno scoppiettante. Un appuntamento, quello con la vittoria, che viene reiterato dalla Nuovi Orizzonti anche quando l’asticella sale: dall’avversario Virtus Benevento al Campobasso passando per la Juve Trani. A farne le spese anche la Molisana. Che è stata sconfitta al PalaMazzola, nella terza giornata di ritorno della serie B nazionale, con il risultato di 62-59 (19-19, 31-33, 49-41). Trascinate da Ivaniuk, e dai canestri di Smaliuk, la coppia ucraina formidabile, le ragazze allenate da William Orlando hanno disputato un’ottima prova corale: di grande intensità, per l’intera durata della gara, riuscendo ad avere la meglio su un’autentica corazzata presentatasi al gran completo – vendicata la pesante sconfitta dell’andata. Il successo consente a Taranto di mettere ulteriore distanza in classifica dallo stesso Campobasso. Il secondo posto, cioè, è blindato. La vittoria attesta il percorso di crescita della Dinamo in questo campionato.

 

Il match Taranto-Campabasso

Coach Orlando manda in campo Claudia Tagliamento, Natalia Smaliuk, Francesca Gismondi, Alice Lucchesini, Yaroslava Ivaniuk. Diotallevi risponde con Laura Del Sole, Alessia Vitali, Emanuele Trozzola, Benedetta Bocchetti e Contreras Moscarella. Il primo canestro dell’incontro lo firma Ivaniuk. Risponde Moscarella. Poi è botta e risposta tra Tagliamento e Vitali. La stessa Tagliamento, dopo Ivaniuk, firma il primo allungo di Taranto (8-4). Pareggio Campobasso, che alza il pressing a metà campo, prendendo coscienza di poter farsi mettere in seria difficoltà. Poi ci pensa Ivaniuk a guadagnarsi il fallo e i tiri dalla lunetta che realizza entrambi. La tripla di Smaliuk porta a più sei il vantaggio (14-8). È equilibrio fino agli ultimi secondi con il periodo che si chiude in perfetta parità, 19-19. A metà del secondo quarto è capitan Gismondi a dare la carica: la Nuova Orizzonti conduce 29-25. Il match torna in equilibrio. Sale il nervosismo: fioccano gli errori, in questa fase, da entrambe le parti. Sul filo della sirena è Trozzola a chiudere il primo tempo sul 33-31 per Campobasso. Nella ripresa Lucchesini e Tagliamento riportano Taranto in vantaggio. Che cresce grazie sempre a Ivaniuk. Nell’ultimo quarto Varvaglione dalla lunetta e Smaliuk portano la Dinamo al massimo vantaggio della gara (+11, 52-41). La Molisana non ci sta: dapprima dimezza lo svantaggio, poi con un’azione di contropiede di Trozzola si fa sotto, a due soli punti di svantaggio. All’ultimo giro di lancette il punteggio è di 59-56 per Taranto. Un minuto palpitante, nel quale una discutibile decisione arbitrale rimette tutto in discussione. Smaliuk, però, è in stato di grazia: fa due su due dalla lunetta. La tripla di Del Sole mette in apprensione le ragazze di coach Orlando. Ci pensa sempre Smaliuk, ai tiri liberi, a impedire la beffa finale. A far festa è la squadra ionica e il gran pubblico del PalaMazzola. Ovvero gli oltre trecento spettatori che, nonostante l’ora molto tarda, hanno fatto sentire la loro presenza, supportato le ragazze per tutta la gara regalandosi un sabato sera speciale.

Paolo ARRIVO – Ufficio stampa e Comunicazione Dinamo Nuovi Orizzonti Dinamo (foto G. Leva)

Di Alfredo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: