Del MonteStefano Del Monte ( + 6, = 2, -10), 21 anni, è uno degli “ultimi” arrivi della Team Boxe Roma XI, apparentemente non ha un record brillante ma mostra evidenti progressi che lo stanno trasformando in una promessa per la sua boxe solida, capace di mettere in difficoltà avversari più quotati.

Come sei entrato nel mondo della boxe?

“ E’ tutto avvenuto per caso. Quando ero piccolo avevo alcuni amici che andavano in palestra. Il desiderio di essere rispettato, tra virgolette, mi ha portato a varcare la soglia della palestra di Trastevere dove insegnava il maestro Malori”.

Poi cosa è avvenuto?

“Pian piano ha cominciato a piacermi, soprattutto nel considerare i miei progressi. Il 29 giugno del 2009 ho disputato il mio primo match. Una data che ricordo bene perché era il giorno del mio compleanno. E’ stata una bella esperienza, un’ emozione indescrivibile, perché il pugilato offre queste sensazioni”.

Paura?

“In quel primo match un po’ si. Era una riunione organizzata dalla Costantini Boxe e facevano tutti il tifo per il mio avversario che era di quelle parti, mentre io avevo solo due amici che erano venuti a incoraggiarmi. E’ andata bene e si può dire che ho espugnato il fortino del mio avversario e della mia paura”.

Come giudichi la tua carriera pugilistica finora?

“Ho fatto 18 match con alti e bassi anche per qualche infortunio, l’ultimo alla spalla. Però non mollo. Adesso sto facendo un’esperienza di studio in Albania dove ho anche la possibilità di allenarmi. Faccio avanti e indietro con l’Italia”.

Hai intenzione di passare professionista?

“E’ il mio sogno!”.

Come vedi il professionismo in Italia?

“Lo vedo malissimo, farei il professionista solo per hobby, per passione, continuando l’attività che sto facendo. Sto studiando fisioterapia, vorrei fare il fisioterapista abbinato allo sport”.

Hai qualche hobbies?

“Oltre al pugilato mi piace andare allo stadio con gli amici”.

Di che squadra sei?

“ Della Roma”.

Sei fidanzato e se si che dice la tua ragazza della boxe?

“ Su questo non ha molta voce in capitolo, capisce che la boxe è la mia passione. Certo qualcosa le toglie, visto che vado in palestra tutti i giorni. Però lo accetta, perché il pugilato mi ha aiutato a emergere come persona”.

(Alfredo Bruno)

Di Alfredo