TG-MURES, 9.2. 2012- ( Amedeo Raffi)-  La squadra Toscana di pugilato ha ben figurato sul ring del palazzetto dello sport di Tg-Mures nel confronto del  9 febbraio che vedeva impegnate la rappresentativa toscana ed una francese opposte ad un club sportivo del luogo. La rappresentativa toscana guidata dai tecnici Raffaele D’Amico e Giulio Monselesan ha prodotto una performance eccezionale portando a casa cinque verdetti favorevoli e tre pareggi, mentre  minor fortuna ha avuto quella francese che ha ceduto con i suoi due rappresentanti.
Dopo il rituale inizio con il suono dei tre inni, francese italiano e rumeno, a rompere il ghiaccio, nel vero senso della parola con la temperatura locale a -18, è toccato al giovane rumeno residente a Lucca Mihai Voican, che ha impattato il risultato al termine di un avvincente gara, che lo ha visto rispondere colpo su colpo alla veemenza dell’avversario. A seguire l’altro giovane albanese della pugilistica Lucchese Marvin Demollari, vero mastino, con incredibile scelta di tempo che lo portava ad anticipare ed annullare le azioni avversarie tanto da meritarsi il verdetto finale. Era la volta del debuttante della Fight Gym Grosseto Simone Nigido che ha esordito in modo eclatante portando sull’orlo del KO l’avversario e solo grazie alla sua generosità che il rumeno ha potuto concludere la prova. Il turno successivo era per l’altro portacolori della squadra Grossetana, Lorenzo Pieri, che inseguiva lo sfuggente avversario, pericoloso nel rimettere i colpi. L’ultima ripresa era nettamente per il giovane portacolori maremmano, cosa che gli consentiva di pareggiare l’incontro. Era il turno del prima serie dell’Ambra Libertas Manuel Mannelli che riusciva costantemente a neutralizzare gli attacchi dell’avversario anticipandolo con colpi lineari e puliti aggiudicandosi nettamente la prova. L’albanese Sokol Jakini, della Boxe Nicchi Arezzo, non andava oltre il pareggio subendo a volte le scomposte reazioni dell’avversario. L’ucraino Oleksandr Yevtkn, della squadra grossetana, si guadagnava il verdetto con le sue lunghe leve che gli consentivano di tenere a distanza l’avversario. A concludere la prova dell’ottimo peso massimo lucchese Francesco Pennesi, coordinato ed intelligente, che ha anticipato costantemente l’avversario senza mai permettergli di rendersi pericoloso.
Piacevole la sorpresa per il capo delegazione presidente della Fight Gym Grosseto per la presenza e le parole di compiacimento a lui rivolte dall’Ammiraglio Giorgio Giorgieri, di origine toscana, che in visita nella cittadina Rumena non è voluto mancare a questo avvenimento sportivo apprezzando le qualità di questa rappresentativa. 
      

Di Alfredo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi