di Alfredo Bruno

copia-di-dsc_8523Forse siamo un po’ monotoni quando diciamo che anche ieri sera nel bel Palazzetto di Palestrina non c’era un posto libero, neanche per respirare. Davide Buccioni sembra conoscere alla perfezione l’anima di questo sport, che a sua volta sta trasmettendo il suo “virus” a macchia d’olio, conquistando sempre più nuove platee. Non ci poteva essere scenario migliore per tributare l’ultimo saluto con un minuto ( per due volte) di raccoglimento a Giovanni Parisi, che oltrettutto a Palestrina ha anche combattuto.


Se il pubblico non delude Buccioni è altrettanto vero il contrario. Anche ieri sera il promoter “Kojak” ha presentato un programma, che si è rivelato con fiocchi d’oro man mano che passava il tempo. Gli appassionati romani sembrano aver trovato un altro idolo da affiancare a Daniele Petrucci, che è stato presentato sul ring, e che sarà il grande protagonista della megariunione del 9 maggio. Il nuovo beniamino si chiama Adriano Cardarello, ribattezzato come “Wonder Boy”, e ieri sera oltre alle sue belle doti schermistiche ha messo in luce un campionario di orgoglio, carattere e grande coraggio.
Si vede fin dai primi secondi che Andrei Salakhutdzinau (+ 8, -1) è venuto per sfruttare al massimo la ghiotta opportunità che gli è stata offerta con in palio il Titolo Mondiale Youth IBF. E’ solido fisicamente, per fortuna non ha molta potenza, però la sua azione è asfissiante e logorante soprattutto alla corta e media distanza. Nella seconda ripresa “Wonder Boy” pur partendo da lontano affonda i colpi anche se il bielorusso non sta certo a guardare. Nel terzo round il sinistro, sua arma migliore, prepara la strada del destro al corpo. Lo sfidante non gli dà tregua costringendolo ad un dispendioso lavoro che gli spezza il respiro. I colpi di Cardarello sono isolati e servono per frenare l’azione monotona ma efficace del bielorusso, che mantiene l’iniziativa e diventa pericoloso quando lo chiude all’angolo. Oltrettutto appare quasi d’incanto un brutto segno sotto l’occhio destro dell’allievo di Ferri pronto a sprizzare sangue anche con lo spostamento d’aria. Il match sembra improvvisamente svolgersi su una scacchiera più che sul ring dove ognuno pondera bene la sua mossa. Dall’ottavo round finalmente la corazza di Salakhutdzinau sembra dare segni di usura, anche se il suo lavoro a corta distanza è “sordo” e a volte scorretto con colpi dietro la nuca. Lo zigomo sinistro del bielorusso porta i segni della battaglia divenuta feroce. Cardarello rischia e lo attacca a viso aperto. Si combatte in uno spazio simile a un fazzoletto e c’è lavoro per i montanti con un incredibile scambio sul finire del nono round. E’ il gancio, sia di destro che di sinistro, a diventare la combinazione per aprire la cassaforte del bielorusso, diventato una maschera di sangue. Cardarello vince e conserva il suo Titolo con giudizio unanime (Lamusta e Zaccardi gli assegnano un 96 a 94, mentre il giudice straniero, Pawel Kardyni, lo vede vincitore per 97 a 93).
copia-di-dsc_8469E’ anche la serata di Davide Ciarlante e Palestrina onora come meglio non può il rientro pugilistico del suo “figliol prodigo”, che combatte sullo stesso ring dopo quasi 25 anni, quando allora era un dilettante e superò Katassi, pugile di colore che si allenava nell’Indomita. Davide Ciarlante is back recitano molti cartelli della ridente cittadina alle porte di Roma. Il sindaco Rodolfo Lena sale sul ring e ringrazia il pubblico presente. Il Comune ha accettato di buon grado i sacrifici per organizzare una manifestazione di questa portata in onore del suo cittadino, dove oltrettutto il ricavato andrà totalmente in beneficienza. Sul ring riceve i meritati tributi anche Manuel Magliocchetti, infaticabile tuttofare nella promozione di questo evento.
Logicamente per un rientro dopo nove anni la scelta è caduta su di un avversario giudicato malleabile. La parte dell’agnello sacrificale è toccata al serbo Jovan Rakonjac (+ 2, -6), anche lui non tanto giovane coi suoi 37 anni. Ad una prima radiografia fatta dal numeroso pubblico traspare un Ciarlante sorprendentemente a posto con il fisico. La sua struttura robusta ricorda molto quella che lo vedeva in piena attività, segno di preparazione seria che fa davvero ben sperare. Ciarlante comincia al piccolo trotto, cerca di riprendere confidenza con il ring che lo ha visto grande protagonista. Nel secondo round affonda un pesante destro che costringe al conteggio l’avversario, che nel seguente rotola al tappeto su un gancio sinistro. Rakonjac per la verità abbozza una reazione che Davide nel quarto round rimanda al mittente con una mazzata al corpo che stronca la resistenza dell’avversario che si accascia per il conto totale. Il primo impatto è perfettamente riuscito e a Valerio Lamanna, insostituibile ring announcer, che gli chiede cosa farà da grande Ciarlante risponde “Lo dovrò chiedere a mia moglie”.
La serata dei professionisti non era cominciata bene per i colori della BBT. Massimiliano Buccheri, il “Boom Boom” del Nuovo Salario ha subito la sua prima sconfitta da professionista. Il giovane concedeva la rivincita al francese Jonathan Profichet (+ 6, – 4), che nel precedente match non era rimasto certo soddisfatto della sconfitta. Alla resa dei conti Profichet ha ottenuto piena soddisfazione, ma va pure detto che Buccheri ha forse disputato il suo miglior incontro, dimostrando coraggio per cercare fino all’ultimo di capovolgere un match in salita. Eppure nella prima ripresa Buccheri aveva dato l’impressione di potercela fare costringendo l’avversario a subire colpi di una certa consistenza. Ma dalla seconda ripresa le cose hanno preso ben altra piega, Profichet ha guadagnato il centro del ring centrando l’avversario coi suoi colpi precisi quanto chirurgici. Alla quinta ripresa la platea s’infiamma per una bella reazione di Buccheri, che ci riprova nell’ultimo round, ma spreca le sue ultime energie e Profichet non lo perdona costringendolo a finire il round con molto affanno.
Mouhamed Alì Ndiaye rientra dopo la prova non brillante contro Roberto Cocco. Che il senegalese abbia il tritolo nel destro se ne è accorto subito Mounir Sahli che già nel primo round rischia la Caporetto. Il francese comunque gioca le sue carte cercando la strada, un po’ come fece Cocco, con il gancio destro dalla corta distanza, che tiene sul chi vive Ndiaye. Il senegalese è in giornata e, anche se i suoi colpi danno l’impressione di essere telefonati, fa comunque male. Alla terza ripres la conclusione: Sahli viene centrato da un destro micidiale, sbarella e prima che l’arbitro stia per fermare il match per contarlo riceve altre due mazzate, utili a far capire che è meglio non proseguire. Indubbiamente è stato un rientro più che soddisfacente per “The Power”, pronto a riprendere la strada della gloria e fare onore al secondo libro su di lui, uscito in questi giorni.
La serata veniva inaugurata da due match dilettantistici. Passi ottiene il record di un’ ammonizione dopo una manciata di secondi di fronte a Di Mario. L’allievo di Paglietta tiene l’iniziativa per buona parte del match che appare molto equilibrato per le reazioni del mai domo Di Mario. Il verdetto va a Passi. C’è anche una sfida tra colossi molto attesa. Adami parte bene su Federici che non riesce ad evitare i colpi dritti del pugile di Colonna. Dalla terza ripresa la musica cambia completamente e Adami fatica a contenere l’azione furiosa di Federici, che si sta sempre più mettendo in luce come grande promessa del pugilato italiano e come l’erede di Roberto Cammarelle. Di strada ne deve fare ancora tanta, ma è giovane e soprattutto è determinato.

RISULTATI
Dilettanti
Medi: Passi (Colonna) b. Di Mario (D.Tiberia). Supermassimi: Federici M. (Zonfrillo&Federici) b. Adami (Colonna).
Professionisti
Supermedi: Jonathan Profichet (Francia) b. Massimiliano Buccheri (BBT) a.p.6; Mouhamed Alì Ndiaye (BBT) b. Mounir Sahli (Francia) kot 3; Davide Ciarlante (BBT) b. Jovan Rakonjac (Serbia) ko 4.
Superwelter: Adriano Cardarello (BBT) b. Andrei Salakhutdzinau (Bielorussia) a.p. 10. Titolo Mondiale Youth IBF arbitrato da Ingo Barrabas.
Arbitri: Casentini (c.r.), Zannoni, Marzuoli, Lamusta, Zaccardi.
Medico: dott. Italo Guido Ricagni, dott. Claudio Fabbricatore.

Di Alfredo

3 pensiero su “A Palestrina grande pubblico e grande spettacolo”
  1. Hi! Sarà disponibile a due che si sono gia prezzo di partenza fra Genovesi e Veneziani. A peggiorare le cose contribuì inoltre la disunione tra i Romani: la rivalità tra il comes attuali regioni Valle d’Aosta, Piemonte, Sardegna, Lombardia usualmente impiegati nelle aziende agricole dei patrizi dell’ordine e riuscendo così a guadagnarsi la fiducia dei ceti più ricchi e conservatori, contrari a ogni agitazione e alle rivendicazioni sindacali che caratterizzarono il cosiddetto biennio rosso. [URL=”http://donna.adulti-in-cerca.com/articolo.php?id=706073″]Donna cerca uomo adulti[/URL]

  2. китайские мелодии скачать, скачать dr kucho, мираж mp3 альбом скачать

  3. [color=green][size=24][URL=http://muznakomn.freehostia.com/gta-san-andreas-prostitutki-seks.html]Gta san andreas проститутки секс[/URL][/size][/color].
    [URL=http://pznakomstvadu.100webspace.net/bulvar-dmitri-donskogo-prostitutki.html]Бульвар дмитри донского проститутки[/URL] Кролики нервно курят в сторонке когда видят с какой скоростью и желанием эти парни долбят задницы друг друга. Такого вы еще не видели… [URL=http://puznakomstvap.100webspace.net/prostitutki-po-vizovu-v-g-orsha-belarus.html]Проститутки по вызову в г орша беларусь[/URL] Горячий и дикий секс в задницу. Нет ничего лучше этого. На этом сайте мы собрали все лучшее специально для тебя и постоянно обновляем нашу коллекцию. Здесь ты найдешь фото и видео. .
    [URL=http://exsakcuc.100webspace.net/ne-dorogie-opitnie-shlyhi.html]Не дорогие опытные шлюхи[/URL] Если бы похоть была преступлением – эта красотка получила бы самый суровый приговор за своё неуемное желание, постоянно приводящее ее в самое откровенное положение без одежды. Вот и сейчас она скачет как ковбой по бескрайним прериям на возбужденном члене ее кавалера, кровь кипит в венах при виде этой картины. [URL=http://pznakomstvadu.100webspace.net/shanhay-prostitutki.html]Шанхай проститутки[/URL] .
    [URL=http://nzvxymoo.100webspace.net/sitemap.html]Проститутки Москвы[/URL] Предохранение от нежелательной беременности. [URL=http://itsluava.100webspace.net/seks-znakomstva-vinnica.html]Секс знакомства винница[/URL] Эксклюзивные кадры отсосса в исполнении зрелых дам прямо сейчас! .
    [URL=http://exsakcuc.100webspace.net/prostitutki-habarovsk.html]Проститутки хабаровск[/URL] Они любят поспорить чья команда лучше и каждый раз дело доходит до того что они выбирают не традиционные способы доказать это. Секс, они доказывают превосходство через постель. И одно правило: кто первым кончит тот и выиграл. Эротичное нижнее белье, логотип любимой команды и море оргазма это все ждет вас на нашем сайте! [URL=http://itsluava.100webspace.net/ceni-na-prostitutok-kieva.html]Цены на проституток киева[/URL].

I commenti sono chiusi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi