Il tecnico Francesco Stifani e Enrico AntoniniCOMUNICATO STAMPA N°33/2014

Bari, 27 giugno 2014

La Puglia, potrà vantare la presenza di un rappresentante agli European Schoolboys Champs2014(EUBC) in programma a Kszethely in Ungheria dal 29 giugno al 6 luglio prossimi. Gli incontri si svolgeranno presso Hotel Helikon Sport and Conference Hotel, Tennis Hall. Tra i dieci pugili Schoolboys (nati nel 2000 e 2001) prescelti da Raffaele Bergamasco, Responsabile Tecnico dell’Italia Boxing Nazionali Maschili, ci sarà anche il giovane copertinese Enrico Antonini (categoria 72 kg), portacolori della BeBoxe diretta dal tecnico Francesco Stifani.

In questi giorni, il 13enne Antonini, da martedì 24 giugno si trova a Spoleto per ultimare la rifinitura della preparazione in vista della spedizione ungherese. Antonini, peraltro, venerdì 27 giugno avrebbe dovuto sostenere l’esame orale per conseguire la Licenza Media; di concerto con il dirigente scolastico, Antonini ha potuto affrontare l’incombenza scolastica lunedì 23 giugno, per poi partire per Spoleto il giorno successivo.

«Ringrazio pubblicamente il dirigente scolastico della scuola media di Copertino per aver permesso ad Antonini di non perdere questa prestigiosa esperienza internazionale – commenta il tecnico della BeBoxe di Copertino, Francesco Stifani – Sono felice che questo ragazzo in pochi mesi, sia riuscito a convincere lo staff tecnico azzurro, conquistando la convocazione per il Campionato Europeo in Ungheria. Antonini difatti, da circa un anno si è presentato nella mia palestra per iniziare la sua avventura con il pugilato. Ovviamente si tratta di un ragazzo che necessita di implementare la sua esperienza sul ring ma comunque, finora, ha dimostrato di possedere numeri interessanti. Ricordo il debutto durante il Torneo Esordienti in programma a Sant’Agata di Puglia lo scorzo marzo con due vittorie e, successivamente, la doppia sfida ad Andria a giugno, durante il Torneo Italia, conclusosi con una vittoria e una sconfitta per squalifica: durante la finale, Antonini, nonostante stesse vincendo, non ha accettato le provocazioni verbali dell’avversario, decidendo di abbandonare il match, lasciando tutti i presenti senza parole. Nonostante questo epilogo amaro, il tecnico azzurro Giulio Coletta, aveva già annotato, sul suo taccuino, il nome di Antonini, proprio in prospettiva europea; peraltro – prosegue Stifani – pochi giorni prima del torneo di Andria, ho accompagnato Antonini a Spoleto per un’altra convocazione con la selezione italiana, quindi lo staff tecnico azzurro, ha potuto visionare per diversi giorni il ragazzo. Dopo le precedenti uscite nella categoria dei 76 kg, in Ungheria si presenterà nei 72 kg, rispettando il programma che avevamo stabilito nei mesi scorsi. Di certo, questa convocazione azzurra e la successiva spedizione ungherese, rappresenta un’occasione di crescita importante sotto molteplici aspetti; peraltro, per Antonini, dopo la recente gita d’istruzione in Spagna, potrà per la seconda volta, varcare i confini nazionali per visitare questa volta l’Est Europa: non è un punto d’arrivo ma solo in primo passo di un lungo e mi auguro promettente futuro per questo ragazzo, tenace e determinato, sempre pronto a dimostrare sul ring e non solo il suo valore».

Ufficio Stampa

Sandro Turco

Di Alfredo