Partecipazione negativa per i due pugili della “Quero – Chiloiro” al “Guanto d’Oro”, torneo nazionale che si è disputato da venerdì a domenica scorsi a Marcianise (Caserta). Sia il massafrese Giovanni Balestra tra i pesi massimi (91 kg) che il terlizzese Claudio Squeo tra i mediomassimi (81kg) sono stati infatti battuti nei quarti di finale, restando così entrambi fuori dalla zona medaglie.

Il primo a salire sul ring è stato Squeo, il quale, contro il calabrese Antonio Lavitola della Bruxia Boxe Cosenza (record di 16 vittorie e 5 sconfitte), ha patito terribilmente l’enorme cappa di calore che si è abbattuta sulla città casertana, esaltata dalla tipologia della palestra in cui si è gareggiato, una tensostruttura. Squeo, classe 1991, record di 19 vittorie, 10 pari e 17 sconfitte in 46 match, è

stato autore di un bel match per due riprese, poi il calabrese, pugile classe1993 innotevole crescita, ha avuto decisamente la meglio. Il verdetto delle score machine è stato uno dei più equilibrati della prima giornata, 18-14 per Lavitola, il quale in semifinale si è confermato in buona condizione battendo di stretta misura anche il ligure Mattia Danzo (19-16), ma in finale si è dovuto arrendere al lombardo Daniele Scardina (20-9).

Per Balestra, classe 1994, il più giovane della categoria, una sconfitta in parte preventivata: il sorteggio lo ha messo subito contro il più esperto degli 8 pugili in lizza, il campione universitario 2013 Mattia Faraoni del Team Boxe Roma XI (24-4-9). L’allievo di Aldo Quero ha provato a tenergli testa riuscendoci nella prima ripresa, poi il 22enne romano ha preso nettamente la meglio e non c’è stata più storia, come testimonia il 15-4 scaturito dalle score machine. Faraoni ha poi vinto il trofeo, superando con punteggi netti dapprima in semifinale il siciliano Emanuele D’Ippolito (18-8), poi in finale l’abruzzese Luca Di Pietrantonio (15-4).

 

7 AGOSTO IN CITTA’ VECCHIA. L’estate della “Quero – Chiloiro” proseguirà con l’annunciata

riunione del 7 agosto nel Borgo Antico di Taranto. Si tratta del 1° Trofeo “L’Isola che vogliamo”,

inserito nella seconda serata della omonima kermesse in Città Vecchia giunta alla terza edizione e

che prenderà il via mercoledì prossimo.

La palestra tarantina ha già contattato alcuni club dell’Abruzzo per proporre una nuova

manifestazione a carattere interregionale. Si tratta della “seconda volta” della “Quero – Chiloiro”

nella Città Vecchia, dopo la bella serata del 1998 sotto la pensilina liberty di via Cariati. La locationdella riunione pugilistica sarà stabilita nei prossimi giorni.

Comunicato Quero-Chiloiro

Di Alfredo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi