primo kdOltre quattromila spettatori  per il “Memorial Davide Failla” di pugilato sulla Riviera di Kamarina a Scoglitti, nel Ragusano. Finisce in parità il “derby” siciliano prof tra il vittoriese Francesco Invernizio e il carlentinese ma piemontese d’adozione, Lucio Randazzo per i pesi leggeri, mentre l’etneo Giuseppe Brischetto ha battuto con un seccoo ko l’ungherese Aron Csipak,. Ma spettacolare è stato pure il sottoclou dilettanti nella manifestazione organizzata dall’Accademia Ragusana di Emanuele Schininà.

Tra Invernizio e Randazzo rivincita caliente dopo un primo match disputato in Piemonte che era stato vinto dal carlentinese. A  Kamarina Randazzo ha cercato di ripetersi tentando di piazzare colpi potenti, mentre Invernizio più in linea e più tecnico cercava colpi dritti. Così è maturata una battaglia intensa che i giudici hanno visto finire in parita.

Emozioni e spettacolo non sono mancati nella sfida tra Giuseppe Brischetto (che aveva all’angolo come Invernizio il maestro Emanuele Schininà) e Aron Csipak. Quest’ultimo ha aperto le danze cercando il colpo duro con ganci larghi che non hanno impensierito Brischetto, che puntando su esperienza e qualità tattica ha atteso il momento giusto per piazzare un perfetto gancio sinistro che ha costretto al tappeto Csipak. Dopo il knockdown l’ungherese, allievo di Giuseppe Lauri, non si è più ripreso del tutto e all’inizio  del terzo round il combattimento si è subito concluso con una bella combinazione di Brischetto. Il successo sprona il pugile di Scillichenti verso la nuova sfida per il tricolore dei supermedi dopo essere stato nominato cosfidante per il titolo vacante con il viterbese Andrea Di Luisa.

Intenso e palpitante anche il sottoclou dilettanstico che ha visto il pari pirotecnico tra l’acese  Giovanni Rocca e il palermitano Samuele Lo Porto. Match intenso e colpi duri a segno da entrambe le parti. Il verdetto di partita premia questi due 56 kg isolani che hanno dato vita ad un match spettacolare. In gamba anche il catanese-senegalese Ngouda Djop  nel prevalere sul palermitano Di Maria, sempre in forma anche il palermitano Ignazio Crivello che ha vinto in scioltezza sul concittadino Freschi. Emozioni ha regalato il ragusano Marco Caruso nel superare il palermitano Giuliano, bene anche i giovani Hajtheam e Bella, interessante vittoria dello youth Molisina, a conferma della buona scuola avolese, cosi come si conferma in ascesa la palermitana Clara Rovetto  che s’è imposta dopo un match equilibrato sulla brava ragusana Deborah Vacirca.

(Gianfranco Troina)

Di Alfredo