di Massimo Capitani

Quando vai ad intervistare David Rettori puoi stare tranquillo che prima o poi arriva Ivano Biagi. L’ex campione d’Italia, ed ora  Maestro “dell’ingestibile” Rettori non perde occasione per stare vicino al suo pupillo, fra i due un vincolo profondo fatto di stima, empatia e lealtà.

 Il match – in programma il 4 Ottobre – con Lorenzo Di Giacomo, vale una semifinale per il titolo nazionale?

Dovrebbe essere. Il titolo era in possesso di Abatangelo che l’ha lasciato per tentare la conquista dell’Europeo, per l’italiano si batteranno probabilmente Ricci e D’Agata. Se vinco il match con Di Giacomo dovrei diventare lo sfidante al titolo.

 Come arrivi a questo match, il primo per te sulla distanza delle otto riprese?

Ho combattuto a Luglio con Lubo Hantak, un avversario esperto, ma non al mio livello, l’ho fatto contare due volte poi, alla 3° ripresa, durante una serie l’arbitro ha dato lo stop. Bene così, era divenuta un’inutile punizione.

Sedute di guanti?

Due sessioni intense con Francesco di Fiore sulle sette riprese, poi il solito lavoro in palestra, e comunque la mia preparazione non ha avuto soste neanche nel mese di Agosto.

 Cosa mi puoi dire del tuo avversario?

Ha tantissimi match, con diverse cinture fra nazionali ed internazionali, verrà fuori sicuramente un match duro, come deve essere.

 Che tipo di Boxe predilige?

Non lo so, non sono tipo di andare a vedere, di sbirciare, sto dietro a quello che mi dice Ivano; so che è più basso di statura e probabilmente  attaccherà ed io dovrò girare, il match dovrebbe essere questo.

 Quindi il tuo sarà un tipo di pugilato da incontrista.

Sai, io posso fare quello, oppure scambiare con il contatto fisico pesante. Con Di Fiore comunque abbiamo privilegiato la Boxe di rimessa.

Arriva Ivano Biagi

Tutto pronto per il match, Ivano?

Ho spedito il contratto, aspetto la firma di Di Giacomo e poi siamo a posto, ci siamo accordati per gli 80 kg.

 Si diceva con David che comunque si attende un match duro.

Abbiamo dovuto tagliare i tempi, David ne ha perso troppo e se aspettiamo il punteggio dai match come quello ultimo di Prato non arriviamo più, ora è il suo momento.

Come sottoclou ci saranno i dilettanti?

Sette match, fra questi alcuni esordienti ed altri con più esperienza, poi ci sarà il match di David.

 Come va l’attività dilettantistica della palestra?

Bene, ho tanti ragazzi interessanti, al Torneo Etruria ci saranno quattordici ragazzi del Boxing Club Calenzano, tutte le categorie di peso saranno rappresentate.

Intervista finita. David è già sul quadrato con i pesi in mano impegnato a fare le serie a vuoto, Ivano lo raggiunge con i “colpitori”. Ora, le mani pesanti di Rettori si abbattano sui colpitori, annunciando la battaglia del 4 Ottobre.

L’evento pugilistico si terrà, dalle ore 21.00, alla palestra “Pontormo” a Castello, nei pressi di Firenze.

Foto di Monica Caleffi

Di Alfredo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi