foto-Takam intervistato da Adam Smith di Sky Sport UK come oggetto avanzato-1nuovo poster

Sabato 28 ottobre il franco-camerunense Carlos Takam (35 vittorie, 27 prima del limite, 3 sconfitte e 1 pari) sfiderà il campione del mondo dei pesi massimi IBF Anthony Joshua (19 vittorie consecutive, tutte per ko) al Millenium Stadium di Cardiff in  Galles. Lo stadio ha una capienza di 74.500 spettatori e sono già stati venduti 70.000 biglietti. La sfida sarà trasmessa in Italia da Fox Sports Plus (canale 205 della piattaforma Sky), nel Regno Unito da Sky Box Office, negli USA da Showtime e in Francia da SFR Sport 1. Insomma, sarà una grande vetrina per Carlos Takam che non gode della stessa popolarità del suo avversario che da molto tempo ha smesso di essere solo un pugile ed è diventato un personaggio di fama mondiale. Al microfono di Sky Sport, Anthony Joshua ha dichiarato quanto segue: “Mi sono documentato su Takam guardando i video dei suoi combattimenti su internet. Ho capito che è robusto, che avanza bene, che non ha paura di scambiare pugni. Devo studiare meglio i suoi punti di forza e i suoi punti deboli. Per me non cambia niente, il mio lavoro è sempre lo stesso: devo vincere.”

Pronta la replica del presidente della Opi Since 82 Salvatore Cherchi: “Carlos ha la potenza nei pugni, è veloce nel tirare le combinazioni ed è determinato a diventare campione del mondo. E’ vero che è undici centimetri più basso di Joshua (187 cm contro 198 cm), ma anche Mike Tyson (178 cm) e Rocky Marciano (179 cm) erano più bassi dei loro avversari e nonostante questo li mettevano ko. Inoltre, Carlos ha maggiore esperienza di Joshua. Sono convinto che Carlos possa battere Joshua sabato prossimo.”

Carlos Takam deve questa opportunità al lavoro svolto da Salvatore Cherchi e dai figli Christian ed Alessandro, che lo gestiscono dalla seconda metà del 2015 e nel giro di pochi mesi lo hanno portato a combattere in una grande manifestazione in Nuova Zelanda contro l’idolo locale Joseph:Parker che per i neozelandesi è quello che Joshua è per gli inglesi. Il 21 maggio 2016 a Manukau City, Takam e Parker hanno dato vita ad un match molto equilibrato in cui alla fine delle dodici riprese previste ha prevalso Parker con pochi punti di scarto: 116-112, 115-113 e 116-112. Sette mesi dopo, Joseph Parker è diventato campione del mondo WBO superando ai punti l’americano Andy Ruiz Jr. In seguito, Parker ha difeso il titolo contro il rumeno Razvan Cojanu e il britannico Hughie Fury. Il neozelandese è ancora imbattuto ed ha un record di 24-0 (18 vittorie prima del limite).

Il 21 gennaio 2017, alla Cotai Arena di Macao (Cina); Carlos Takam è diventato campione intercontinentale IBF demolendo in 4 riprese il polacco Marcin Rekowski. E’ grazie a questa vittoria che Carlos Takam è stato classificato numero 3 al mondo dall’International Boxing Federation ed ha potuto subentrare al numero 2 Kubrat Pulev quando quest’ultimo si è infortunato alla spalla ed ha rinunciato a sfidare Joshua.

Sabato prossimo sarà in palio anche il titolo mondiale WBA (World Boxing Association) che Joshua ha vinto battendo per ko tecnico all’undicesimo round Wladimir Klitschko allo stadio di Wembley a Londra di fronte a 90.000 spettatori.

 

Di Alfredo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi