La Boxe Maremma ha voluto sigillare la stagione estiva riportando il pugilato a Castiglione Della Pescaia in una location altamente suggestiva quale è “L’Orto Del Lilli”, piazza da sempre dedicata ad ospitare manifestazioni di ogni genere.
 Il Comune di Castiglione della Pescaia con il suo Sindaco Giancarlo Farnetani e la Pro Loco con il Presidente Angiolo Rumeni, per altro presenti a fare gli onori di casa, si sono adoperati affinchè la manifestazione riuscisse nel migliore dei modi, obbiettivo raggiunto in pieno, sia per l’accoglienza calorosa del pubblico che per il contenuto tecnico della manifestazione.


 Alessandro Scapecchi anima della Maremma Boxe con il suo presidente Barbara Poggioli,grazie alla sinergia con la Fight Gym Grosseto ha allestito un programma che vedeva la presenza di una folta presenza di pugili locali. Alessandro Scapecchi non si stanca di ribadire che la sua mission è quella di far crescere il movimento pugilistico locale per riportarlo ai fasti del passato e per questo è motivato a collaborare con l’altra realtà grossetana che rema nell’identica direzione.
 Lo spettacolo non è mancato fin dall’inizio con il giovane abruzzese Stefano Ramundo che aveva la meglio sul grossetano Lazzaro Bertini e subito dopo nella categoria dei kg. 64 il bravo Zingaro con una pregevole scelta di tempo e continuità si aggiudicava il verdetto sull’ottimo prima serie viareggino Salvatore Tommasini. Nei kg. 81, l’idolo locale Niccolò Icardi, non si poteva esprimere a causa di una lussazione alla caviglia che gli impediva di portare a termine l’incontro che l’abruzzese Angelo Cretella si aggiudicava facilmente. Nella categoria dei kg. 75 il generoso Sokol Ceka cedeva di stretta misura, complice un richiamo ufficiale per colpi interni, allo spezzino Luca Fontona. Nei kg 56 ottima prova del giovane Simone Averna, autentica promessa della palestra della Boxe Stiava, che replicava alle fantasiosi azioni dello spezzino Steven Castillo con altrettanta intraprendenza e velocità tanto da far decretare un salomonico pari all’attenta giuria.
 Il clou della serata era retto dal pugile della Fight Gym Grosseto allenato da Raffaele D’Amico, Paul Costantin Cocolos, che rientrava dopo un forzato riposo di oltre un anno. La ruggine si vedeva, ma non gli impediva di superare ai punti il brillante connazionale rumeno di stanza a La Spezia Gjergi Marku artefice di una prestazione sopra le righe. Il rientro è da considerarsi più che soddisfacente tanto da ritenere che gli importanti traguardi prefissati nel 2012, come la partecipazione al “Guanto d’Oro”,  non potranno sfuggire questa volta al giovane talento della palestra grossetana.

Risultati:
kg. 60 – Stefano Ramundo (Boxe San Salvo) v.p. vs. Lazzaro Bertini (A.S.D. Fight Gym Grosseto);
kg. 64 – Ennio Zingaro (A.S.D. Barone Fight Club) v.p. vs. Salvatore Tommasini (A.S.D. Boxe Stiava);
kg. 81 – Angelo Cretella (A.S.D. O.S.C.A.) v.r.s.c.j. vs. Niccolò Icardi (A.S.D. Boxe Maremma);
kg. 75– Luca Fontona (A.S.D. Pugilistica Spezzina) v.p. vs. Sokol Ceka (A.S.D. Fight Gym Grosseto);
kg. 56 – Giuseppe Simone Averna (A.S.D. Boxe Stiava) pari vs. Steven Castillo (A.S.D. Pugilistica Spezzina);
kg. 64 – Paul Costantin Cocolos (A.S.D. Fight Gym Grosseto) v.p. vs. Gjergi Marku (A.S.D. Pugilistica Spezzina).

Commissario di riunione: Sig. Tancredi Gioia;
Arbitri e giudici: Marco: Sig.ri Marco Celli, Carlo Franchi, Carlotta Malvolti;
Medico di riunione. Dott. Claudio Pagliara;
Cronometristi: Sig.ri Vincenzo Martire e Claudio Minozzi.

Nella foto Paul Cocolos al termine della prova con i tecnici Raffaele D’Amico e Cristian Albanesi
 

Di Alfredo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi