COMUNICATO STAMPA

Si sta per compiere un grande autunno di boxe per i pugili della manager Monia Cavini e per l’organizzazione della promoter Rosanna Conti Cavini. La data è quella di venerdì 11 novembre quando Rosanna Conti Cavini organizzerà a Torino il titolo italiano dei pesi superpiuma tra Benoit Manno, pugile amministrato dalla figlia Monia, e Luigi Mantegna. Un match che può certamente essere un trampolino di lancio per il ragazzo allenato da Bruno Vottero e la possibilità di conquistare la prima e prestigiosa cintura in carriera. Il sottoclou della serata sarà nobilitato dalla presenza di Antonio De Vitis, altro quotatissimo peso superpiuma delle file di Monia Cavini, che sosterrà un match di rodaggio in attesa del tanto sospirato titolo Europeo di categoria. Presenza anche per un altro acquisto del team grossetano, il peso gallo torinese Luca Bersano.

Resta invece in sospeso il luogo della riunione che prevede il titolo dell’Unione Europea dei pesi supermedi in cartellone ancora l’11 novembre, in cui il pupillo dell’organizzazione di Rosanna Conti Cavini, il terribile picchiatore Andrea Di Luisa, se la vedrà contro Mouhammed Alì Ndiaye, per un match attesissimo dagli appassionati e accesa rivincita di un infuocata finale degli assoluti dilettanti a Maddaloni nel 2004 che arrise tra le polemiche al pontederese di origine senegalese, con Di Luisa che ha ancora il dente avvelenato per quella mancata occasione e che, comunicato chi fosse l’avversario per questo match con il titolo vacante, si è detto felicissimo e pronto di avere l’occasione di prendersi una importante vendetta.

 

Rosanna Conti Cavini tiene a precisare che proprio per rispetto del maggior numero di appassionati italiani è deprecabile la scelta dell’organizzazione che gestisce Ndiaye di disputare il match in una data, appunto l’11 novembre, che precedentemente era stata prenotata con diretta Rai Sport proprio dalla promoter internazionale, e che va quindi a sovrapporsi a una riunione che era già stata programmata per tempo. Inoltre è altresì deprecabile la mancanza della comunicazione del luogo della disputa del match stesso, a circa venti giorni e poco più dalla data suddetta.

Andrea Bacci

Di Alfredo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi