Ruben “El Salsedo” Nieto ha perso la sua imbattibilità al termine di un match entusiasmante. Questo in sintesi il commento della stampa spagnola. Lo sfidante si è molto ben comportato, ma ha dovuto cedere di fronte alla classe superiore e perché no anche alla maggior potenza del pugile umbro, che si è confermato  “The King” dei superleggeri europei. Il punteggio finale in apparenza sembra risicato (114-113, 114-113, 114-112), ma è bene notare che è stato decretato all’unanimità. Si può giocare sul divario, ma la sostanza è semplice: verdetto giusto, inappellabile. Lo spagnolo tra l’altro ha fatto conoscenza per due volte con il tappeto a conclusione di una bella serie la prima volta, mentre il secondo atterramento è avvenuto al 10mo round con un gancio destro. Nieto ha avuto i suoi momenti favorevoli, dimostrando buone qualità e confermandosi pugile di classifica. Per Di Rocco, ben considerato nel ranking mondiale IBF, si aprono strade nuove e anche meritate per un pugile che ha ottenuto la sua 38ma vittoria su 40 match disputati.

Nella stessa serata c’è stato il rientro del 41enne Vincenzo Gigliotti che non ha avuto grandi difficoltà nel superare l’ungherese Mellar.

 

 

Di Alfredo