Emanuela Pierantozzi, grazie alla collaborazione della FIJLKAM, rende gli Sport di Combattimento materia di studio per la Laurea magistrale in Scienze Motorie.
Senza titolo1Nel mese di novembre: presso il Centro Sportivo Universitario Record di Bologna gli studenti del corso Tecnica e Scienza degli sport individuali, per la laurea magistrale Tecnico Sportiva, incontrano gli sport di combattimento e le Arti Marziali.  Titolare del corso è certamente una docente d’eccezione: Emanuela Pierantozzi, cintura nera VI Dan di judo, campionessa del mondo, argento ai Giochi Olimpici di Barcellona nel 1992 e bronzo a Sidney nel 2000, ambasciatrice dello sport italiano nel mondo.
Obbiettivo del corso è di introdurre gli studenti (già dottori in Scienze Motorie) allo studio delle arti marziali sia per l’aspetto teorico-scientifico che per quello pratico, il programma del corso affrontava in tutte le direzioni gli Sport di Combattimento e le arti marziali.
La professoressa Pierantozzi, in accordo con la Fijlkam (Federazione Italiana Judo Lotta Karate Arti Marziali), e in collaborazione con il Comitato Regionale Emilia Romagna, presieduto da Giovanni Morsiani, ha diretto un gruppo di tecnici e atleti molto preparati.
La responsabilità didattica del settore judo è stata gestita  dalla stessa Emanuela Pierantozzi, che vanta anche un lungo curriculum come insegnante della sua disciplina, in collaborazione con alcuni atleti del Budokan Institute.
La lezione per il settore lotta ha visto  il tecnico Salvatore Avanzato, il D.T. Olimpia Randi e tre atleti del club CISA Faenza Lotta impegnati nelle varie tecniche e nelle fasi evolutive che si sviluppano nella parte agonistica, con concetti importanti anche nella parte organizzativa dell’allenamento.
Per quanto riguarda la parte del karate gli studenti hanno avuto la possibilità di scoprire modi, tempi e progressioni didattiche su come si struttura  un allenamento. Le atlete della Asd Sport Village Karate Veronica Maurizzi, pluricampionessa italiana e Francesca Aufiero, campionessa italiana universitaria 2009, sono stati i modelli di prestazione nella presentazione e nelle spiegazioni di Laura Di Mattia ai presenti al corso di laurea.
Il settore MGA (Metodo Globale Autodifesa) ha visto intervenire il Docente Nazionale Domenico Carlini (Karate Ferrara) che, con metodologie e tecniche avanzate, sviluppate da studi approfonditi ha interessato gli studenti con concetti di particolare attualità.
L’ultimo lezione è stata delle Dottoressa Rosamaria Muroni,  Docente FIJLKAM di Psicologia, che ha tenuto un seminario su “Psicologia degli Sport di Combattimento”.

Nella foto da sx: Veronica Maurizzi, Emanuela Pierantozzi, Laura Di Mattia, Francesca Aufiero.

Di Massimo

Un pensiero su “Gli sport da combattimento della Fijlkam all’Università di Bologna:”
  1. Per carità. Tanto di cappello per qualsiasi sport, e, di qualsiasi tipo, soprattutto quando si parla di medaglie olimpiche….però, per favore, non chiamate Judo, MGA, o altre arti marziali (questo credo sia il loro nome) sport da combattimento. Per non creare polemiche ripeto, tanto di cappello comunque, Cordiali saluti

I commenti sono chiusi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi