di_giacomo.jpg Tutta l’organizzazione di Rosanna Conti Cavini, nemmeno il tempo di tirare il fiato dopo le fatiche e gli imprevisti della serata di Grosseto si è immediatamente messa in moto per tutto il grande lavoro che necessita la riunione programmata per il 26 dicembre prossimo, Santo Stefano, quando a Montesilvano, splendida località nei pressi di Pescara, Lorenzo Di Giacomo sfiderà il pugile della BBT Alì N’Diaye, in palio il vacante titolo dei supermedi dell’Unione Europea.

 

 Tutto questo, naturalmente, mentre è attesa per i prossimi giorni la nascita di Desireè Corsini, figlia di Fabrizio e di Monia, la terza generazione al femminile dell’organizzazione grossetana, per quello che sarà uno dei momenti più belli nella vita di Rosanna e Umberto Cavini.
Il match di Montesilvano sarà la classica ciliegina sulla torta di un 2007 ricco di lavoro e soddisfazioni per l’organizzazione grossetana: Di Giacomo e N’Diaye sono entrambi pugili spettacolari e il match tra di loro si annuncia palpitante e dal risultato incerto. Chiaramente, questo incontro calamiterà tutta l’attenzione degli appassionati italiani, e non solo, ed è logico che Rosanna Conti Cavini si metterà da subito al lavoro per inserire intorno a questo evento un sottoclou importante. Del resto, se è vero che Di Giacomo si gioca una grande chance in questa sua nuova ed ennesima categoria di peso, lo stesso vale per Alì N’Diaye che, è notizia di qualche giorno, ha rinunciato, dopo dieci mesi di polemiche e un primo prematuro annuncio della sua scuderia in senso contrario a quanto ora deciso, alla qualifica di sfidante ufficiale di Luca Tassi, campione italiano della categoria.
Inoltre, è notizia recentissima che Nicky Cook, il peso piuma inglese designato sfidante ufficiale al titolo Europeo di Alberto Servidei, ha rinunciato a questa opportunità. L’Ebu ha quindi immediatamente comunicato a Rosanna Conti Cavini che il pugile romagnolo può, in tempi breve, difendere in maniera volontaria il suo titolo prima che venga designato un nuovo sfidante ufficiale. Nella stessa categoria di peso, il campione dell’Unione Europea Domenico Urbano ha “pescato” il francese Osman Aktas.
L’organizzazione Rosanna Conti Cavini intende quindi rispondere a tutti coloro che mettono in dubbio la bontà della competenza, della passione e di ventisei anni di storia nel mondo organizzativo pugilistico italiano e internazionale, con un solo e unico dato di fatto inconfutabile: il lavoro per il bene dei suoi pugili e della boxe in generale.

Ufficio Stampa RCC boxe
conticaviniboxe@libero.itwww.rosannaconticavini.it

Di Alfredo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi