Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

Della Rosa vince sul belga tunisino Ayoub Nefzi | 2Out.it – Seconds Out – Free Sport Magazine

Della Rosa vince sul belga tunisino Ayoub Nefzi

di Aldo Ferrubon

Stava diventando un vero e proprio venerdì 17 per chi crede nella scaramantica. La neve ha fatto il suo ingresso nella Capitale nelle prime ore del pomeriggio, a cui ha fatto seguito una fastidiosa pioggia che ha tenuto lontano molta gente propensa a rivedere la boxe nel suo tempio, il Palazzetto di viale Tiziano. Ci si è messa pure una testata del belga-tunisino Ayoub Nefzi che ha fatto sanguinare l’occhio di Emanuele Della Rosa in maniera vistosa dopo appena un minuto. Il rientro di “Ruspa” sembrava segnato in negativo in questa riunione fortemente voluta da lui e dal suo entourage con l’aiuto e soprattutto con l’incoraggiamento dell’ Assessore con delega allo sport Alessandro Cochi, mentre la sigla organizzativa era quella della OPI2000 alla quale si è legato il pugile romano da un anno a questa parte.

In palio era il Titolo Internazionale dei superwelter, previsto sulle 12 riprese, con la premessa che il vincitore sarebbe entrato in graduatoria mondiale tra le prime 15 posizioni. Il nervosismo di Della Rosa e l’incredibile velocità di Nefzi sembrano indirizzare il match verso un’inevitabile sconfitta, ma “il fornaio” di Torpignattara non conosce paura, arranca, arraffa, mischia le carte in tavola, anzi sul ring. Dopo 4 riprese la lettura dei cartellini, come di consuetudine con la WBC, è leggermente a lui sfavorevole. Il belga è velocissimo, arriva parecchie volte a segno, ma ha il piumino nei suoi guantoni, ci vuole ben altro per scalfire una roccia come Della Rosa. Dalla quinta ripresa inizia la rimonta del romano, una  testata volontaria dell’ospite viene sanzionata dall’arbitro Zannoni. L’assalto di “Ruspa” si fa sempre più asfissiante e Nefzi comincia a faticare per tamponarlo, anche se dimostra buone doti d’incassaggio. Il romano è ferito a entrambe le arcate e  all’ottavo round il dottor Ricagni, chiamato dall’arbitro non dà il suo assenso al proseguimento. Vengono letti i cartellini dai tre giudici:  Roger Tilleman 76-74, Massimo Barrovecchio 78-74, Luigi Muratore 76-74. I due richiami, tra l’altro meritati, subiti dal belga hanno avuto il loro. “Ruspa” riceve la Cintura di campione da Mauro Betti, supervisore WBC, e riceve i complimenti da Antonio Del Greco, vicepresidente della FPI. Tocca poi alla rituale intervista con Benvenuti e Mattioli, dove a sorpresa Della Rosa dice di volersi battere per il titolo italiano, prima ancora di quello europeo o mondiale che sia.
Nella stessa serata un Domenico Spada in ottima forma ha battuto prima del limite il medio Ruslans Pojonisevs, proveniente dalla Lettonia, fermato per kot alla seconda ripresa dopo una travolgente scarica. Negli altri matches il medio Emanuele Blandamura (+12) manteneva la propria imbattibilità regolando con disinvoltura il lettone Pavel Lotahs. Vittoria prima del limite alla quarta ripresa del cruiser Andrea Moretti su Attila Makula; mentre Sonia Mirabelli andava per le spicce liquidando in due round Ines Celik per la categoria dei leggeri.

Emanuele Della Rosa e Domenico Spada nella foto di Renata Romagnoli

 

3 Responses to Della Rosa vince sul belga tunisino Ayoub Nefzi

  1. Egregio Ferrubon, purtroppo i giudizi degli appassionati romani di pugilato sono viziati dalla simpatia per questa o quella scuderia. Sono tristi questioni di campanile, gestite stile Roma Lazio. Una riunione di Cherchi non avrà mai il seguito di gente come quelle organizzate da Buccioni, ma al contrario, quelle Bbt hanno tanta gente, ma zero titoli. Lei ha fatto una cronaca giornalistica e questo la gente non lo capisce, vuole il tifo e basta. Della Rosa non è pugile per palati fini, ma non fa mai un match finto, scontato, con gente da un pugno e via, come a Roma se ne vedono troppi. W la gente vera.
    Saluti.

  2. Egregia Fiona, perchè sarei fazioso? Ho scritto che molta gente è rimasta a casa per il maltempo. Lei dice 300-400 persone. Devo dire la verità pensavo pure qualcosa di meno. La testata del primo round c’è stata…sfido chiunque a combattere in quelle condizioni. Non mi sembra di aver scritto che il match è stato bello…Come riunioni ne ho viste di peggio…Spada ha fatto un ottimo match, ma l’avversario di Della Rosa non era facile da inquadrare..sembrava un’anguilla. Non capisco perchè lei si scaglia così nei miei riguardi…Ci conosciamo forse?…Io ho fatto una cronaca spiccia a voler vedere…cosa dovevo scrivere secondo lei…Non tutte le riunioni riescono alla parfezione…ma i giudizi vanno rispettati così come il suo…si rilegga l’articolo attentamente…ma soprattutto continui a credere nella boxe…c’è gente che si sacrifica per combattere e c’è gente che si sacrifica per essere presente ad una riunione in condizioni meteorologiche tutt’altro che ideali…Non mi voglio addentrare oltre e la saluto cordialmente…

  3. Caro Ferrubon, la prego di non essere fazioso e di voler bene alla boxe. Riunione inguardabile ad eccezione di Spada vero pugile. Perche, visto che è stato molto attento, non dice che della rosa si è scusato davanti alla tv per l’inguardabile match sostenuto. Perche non scrive che i richiami erano inesistenti e che abbiamo assistito ad un match di wrestling e non di boxe. perche non scrive che c’erano massimo 300 – 400 persone (palazzetto vuoto). Capisco esser di parte ma cosi proprio no!!!