Domenico Prezioso e i piccoli pugili 2 Fase della ''Boxe sotto l'albero'' Marchetto e Capoccia in finale come oggetto avanzato-11 GENNAIO 2016, LA STORIA DEL RING PONTIN0

E’ un 2015 particolare quello appena iniziato in casa Asd Boxe Latina. Siamo alla vigilia dei sessantanni della società, fondata nel 1956. Da lì in poi ne è passato di pugilato attraverso le varie generazioni, che si sono alternate dallo scantinato del Palazzo Emme per passare poi all’interno del Palazzetto dello Sport di via dei Mille, fino ad arrivare all’attuale sede del  Palaboxe “Città di Latina” in via Aspromonte. Per cui l’anno corrente sarà di preparazione ad un 2016 di celebrazioni, visto che il pugilato del territorio con la Boxe Latina mette una pietra miliare nel percorso della noble arte pontina. Ma già le tappe di avvicinamento al sessantennio sono state di per se importanti e ricche di soddisfazioni. Senza andare troppo indietro nel tempo il 2014 fa da spartiacque, per avere riportato atleti della provincia sul podio dei campionati italiani giovanili. Nella fase regionale Schoolboys, Simone D’Antoni si è tinto d’argento, mentre nella fase nazionale Youth,  bronzo al collo per Massimiliano Capoccia ed Angelo Marchetto. Campionati nazionali che dal 26 settembre al 5 ottobre hanno fatto tappa proprio al Palaboxe “Città di Latina”, catalizzando le migliori espressioni pugilistiche da tutto il Lazio. Nella circostanza l’Asd Boxe Latina si è anche fregiata del primo posto nella classifica per società, oltre che del coro di consensi per la riuscita organizzativa in un impianto fiore all’occhiello e vanto per la società del presidente Francesco Prezioso. Ultimo avvenimento del 2014 il 21 dicembre, la riunione “La Boxe sotto l’albero”,  per  l’ultimo banco di prova dei pugili agonisti.

UNIONE DI INTENTI

“Abbiamo ottenuto successi notevoli – commenta il presidente  -, che dimostrano la forza del team a carattere famigliare, ma di grande professionalità al tempo stesso. Da anni continuiamo ad essere un punto di riferimento per i ragazzi della città, nel percorso di crescita sportiva ed umana. Per questo 2015 ed i sessantanni della società, non posso che augurarmi innanzitutto di confermarci nei numeri, da cui ripartire per fare un sostanziale salto di qualità in vista del 2016″. Boxe giovanile, agonistica ed amatoriale a braccetto, la Boxe Latina si conferma alla portata di tutti ed oltre aprire la porte, va incontro alla città. Lo confermano, sempre nel 2014, le iniziative di successo come la partecipazione a “Sport Estate” nell’area fieristica Expolatina o “Sport in Vetrina” in centro, che hanno richiamato un gran numero di appassionati e semplici curiosi. Iniziative che si terranno anche nel nuovo anno per valorizzare questo patrimonio sportivo, condito da passione e valori, visto che il pugilato è una delle discipline più antiche, nata con i Giochi Olimpici di Atene.

I NUOVI OBIETTIVI

Quali traguardi per il 2015? Per il settore amatoriale sempre più affiliazione, per il settore agonistico gli obiettivi sono  le conferme nei campionati italiani Schoolboys e Youth, di, rispettivamente Simone D’Antoni ed Angelo Marchetto (periodo compreso tra il 1 ottobre e 22 novembre). Il che significa per entrambi accedere come minimo alla fase nazionale e giocarsi le carte a disposizione . Da registrare anche il debutto, nel torneo Esordienti Schoolboys, di Alessio Spinelli (a cavallo di febbraio e marzo).

Di Alfredo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: