Las Vegas, Nevada, 17 gennaio 2015 – L’americano Deontay Wilder ha spodestato dal trono WBC dei pesi massimi Bermane Stiverne, canadese originario di Haiti, al termine di 12 riprese combattute nell’Arena MGM Grand Garden. Alla presenza di oltre 8mila spettatori è stato incoronato con un ampio verdetto deciso da questi cartellini: 120-107, 119-108 e 118-109.

Per Wilder, medaglia di bronzo alle olimpiadi del 2008, il successo sul qualificato  Stiverne, 24-2-1 (21), ha rappresentato un salto di qualità importante dopo una serie di facili trionfi contro avversari di secondo piano.

L’imbattuto Wilder, 33-0-0 (32), ha colto il suo primo successo ai punti con abilità schermistica, velocità e scelta di tempo appropriati per prevenire gli attacchi di Stiverne. Il suo diretto sinistro è scattato opportunamente per metterlo al riparo dai pericolosi attacchi dello sfidante. Il gioco di gambe ha fatto il resto per qualificarlo contro il valido Stiverne. Il potenti colpi del canadese che sono giunti al viso sono stati incassai con disinvoltura, facendo pensare a buone doti di tenuta.

Wilder ha riportato gli Stati Uniti nell’olimpo dei pesi massimi dopo il regno di Shannon Briggs, monarca WBO nel biennio 2006-2007.

Fonte www.sportenote.com

 

Di Alfredo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: