di Leandro Spadari
Al Palaurelio di Roma, organizzata dalla Pol. Renato Costantini sotto l’egida del Municipio Roma XVIII, una bella riunione dilettantistica tutta da ricordare.

Il Palaurelio di via Boccea ha ospitato domenica 21 marzo lo svolgimento di una piacevole ed incalzante riunione di pugilato dilettantistico grazie alla perfetta organizzazione curata dalla Pol. Renato Costantini con la regia del Comitato Regionale del Lazio della FPI ed il meritorio patrocinio del Municipio Roma XVIII.

La serata si è aperta a metà pomeriggio con il contorno di alcune dimostrazioni di arti marziali, commentate con verve per il pubblico dalla presentatrice Alessandra Trombetti.

Gli istruttori Alessandro Corradini, Flavio Quaresima, Pietro Rinaldi (ASD Bracelli) hanno presentato e fatto apprezzare il metodo di difesa personale TDS, Total Defence System, di cui si è apprezzata l’efficacia in possibili, malaugurate situazioni in cui la nostra incolumità sia a rischio. E’ seguita una dimostrazione del più classico e conosciuto degli sport marziali orientali, il judo – curata dai giovani atleti dell’ Aurelio SG, allievi del maestro Claudio Bufalini ma seguiti per l’occasione dalla cintura nera Bruna Garbuio – che si sono prodotti in esercizi di riscaldamento specifico, tecniche di caduta, tecniche base in piedi ed a terra, combattimenti in scioltezza.A chiudere un’esibizione di prepugilistica, in cui la parte del leone (dovremmo dire delle “leonesse”) l’hanno fatta alcune atlete, dal fisico prestante, che sul ring hanno dato prova di un’invidiabile velocità esecutiva, unita ad una grande eleganza di movimenti in dei fisici assolutamente impeccabili, facendo capire come la nobile arte possa contribuire addirittura a valorizzare la femminilità, e non certo a deprimerla…tra le corde, guidato dal tecnico Andrea Berardinelli, si è distinto lo stesso presidente della Commissione cultura e sport del XVIII Municipio, Raimondo Fabbri.

Il presidente del XVIII Municipio Daniele Giannini, nel prendere poi la parola, ha voluto sottolineare in un convincente intervento che il pugilato è uno degli sport più belli e completi,dal grande risvolto sociale, in cui dominano valori quali il sacrificio, la lealtà, il coraggio: ci si prepara alla vittoria con duri allenamenti e sacrifici personali ma non per voler vincere a tutti i costi, sapendo invece accettare anche la possibile sconfitta. Uno sport quindi altamente formativo, con un evento cui il Municipio Roma XVIII è stato ben lieto di assicurare il suo patrocinio.

Quindi il via alla riunione, con un programma di 7 incontri. Arbitri: Roberto Scali, Giovanni Lamusta, Sara Badii, Viktoriya Gudkova; Commissario di gara Lorenzo Casentini; medico Emiliano Bonanni. Eccone una veloce sintesi.Alessio Proietti (Body Fight) batte Saturno Scipioni (Pol. R. Costantini) per intervento medico (RSCI).Simone Serafini (Pol. R. Costantini) vince ai punti su Vito Colaceci (Pomezia). Simone Mamazza ASD Gladiators) e Nikita Malzev (Olympic Gym) parità. Daniel Giacobini (ASD Gladiators) vince ai punti su Massimiliano Basilisco (Pol. R. Costantini). Denis De Simone (ASD Phoenix Gym) vince per ko su Damiano Mencaroni (Pol. R. Costantini). Gabriele ardito (Olympic Boxe Gym) vince ai punti su Daniele Tonucci (Pol. R. Costantini). Leonardo Bevilacqua (Body Fight) e Sandro Oropallo parità.

Dal Palaurelio è tutto…

Di Massimo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi