13° concorso atleti 2014 (6)Il primo bando del concorso 2014 per atleti del Centro Sportivo Esercito assegna alla Cecchignola di Roma undici promesse dello sport italiano, pronti a puntare con determinazione ai prossimi impegni nazionali ed internazionali, primi tra tutti i Giochi Olimpici di Rio de Janeiro, quindi Tokio 2020.

 Nel quadro della programmazione degli arruolamenti del personale atleta, oggi 16 giugno, presso il Centro Sportivo Olimpico dell’Esercito di Roma hanno preso servizio 11 giovani atleti di 8 discipline sportive.

Simone Sabbioni e Niccolò Di Fabio per il nuoto, Gabriele Foschini e Roberta Marzani per la scherma, Cristiana Rizzelli e Cristina Gaspa per il taekwondo, ed ancora Aron Caneva per la lotta, Chiara Gandolfi per la ginnastica artistica, Maria Schiava per il tiro a segno e Gioele Bertolini e Francesco Maietta per il ciclismo e pugilato, questi i nomi dei neo assegnati con il grado di Caporale, che questa mattina alle ore  8,00  hanno varcato la soglia della storica caserma “Silvano Abba” della Cecchignola di Roma, in passato sede di servizio dei più grandi campioni dello sport italiano come i calciatori Francesco Totti, il motociclista Max Biagi, il marciatore Francesco Da Milano, il pugile Francesco Damiani, ecc., ecc..

11 giovani atleti che hanno già dimostrato di avere le carte in regola per competere ad alto livello nei principali impegni agonistici nazionali ed internazionali e puntare con determinazione ad una eventuale partecipazione sia ai Giochi Olimpici di Rio de Janeiro del 2016 che a quelli di Tokio 2020.

Una scelta lungimirante da parte del management dell’Esercito fatta su solide certezze suggerite principalmente dai risultati sino ad ora conseguiti da ogni singolo atleta, risultati che consolidano ciascuna sezione agonistica del Centro Sportivo Esercito e che lanciano significative indicazioni al futuro dello sport italiano.

Quindi come non evidenziare i giovani azzurri del nuoto Simone Sabbioni e Niccolò Di Fabio; il primo, classe 1996, lo scorso aprile, in occasione degli assoluti di Riccione, ha siglato il record mondiale juniores nei 100 dorso conquistando in un solo colpo: record, il bronzo tra gli assoluti, ed il “pass sia per gli Europei juniores di Dordrecht (NED) del prossimo luglio che per la seconda edizione dei Giochi Olimpici giovanili di Nachino (CHN) del 2015.

Grandi aspettative anche per il diciottenne  marchigiano Niccolò Di Fabio, uno dei più promettenti e talentuosi specialisti dello stilo libero degli ultimi anni. Nel 2013 ha preso parte ai campionati europei juniores ed ai mondiali giovanili e quest’anno, grazie alle incoraggianti prestazioni fatte registrare nei 200 stili, ha un posto in squadra per i medesimi impegni internazionali del collega Simone Sabbioni, senza per questo distogliere lo sguardo ed il pensiero dalla nazionale assoluta.

 

Non da meno le prestazioni degli schermitori Roberta Marzani, classe 1996, e Gabriele Foschini, classe 1990; la prima leader del ranking mondiale giovani della spada, nel corso del 2013 si è aggiudicata un oro a squadre ed un bronzo continentale nella categoria cadetti, e nel 2014 si è distinta per un argento, sia titolo individuale che a squadre, agli europei giovani e per un bronzo individuale ai mondiali cadetti.

Gabriele Foschini invece, da un anno componente fisso della nazionale assoluta di sciabola, ha al suo attivo tra gli Under 23 un titolo europeo individuale ed un terzo posto a squadre conquistati a Torun, in Polonia, nel 2013 e tanta determinazione per conquistarsi un posto per Rio.

D’interesse altresì il gruppetto di atleti provenienti dagli sport di combattimento. Tra questi vestiranno la casacca della Forza Armata le ragazze del taekwondo, Cristina Gaspa e Cristiana Rizzelli, disciplina sportiva tanto cara al Centro Sportivo Esercito in virtù della presenza della doppia medaglia olimpica, Mauro Sarmiento.

La prima, diciassettenne di origine palermitana, nel corso del 2013 ha conquistato una medaglia d’oro ai campionati europei under 23 nei -57 chilogrammi ed una di bronzo tra gli Juniores nei -59; in virtù dei risultati conseguiti mostra eccezionali qualità tecniche e fisiche e ben si adatta al taekwondo moderno.

Di un anno più anziana invece, la collega Cristiana Rizzelli; la diciottenne puglieseha al suo attivo molti titoli italiani e quello di campionessa d’Europa juniores, conseguito nel 2013 nei -68 chilogrammi; anche per lei eccellenti doti fisiche, tenacia ed una determinazione fuori dal comune, tale da rappresentare per gli addetti ai lavori una possibile candidata per i Giochi Olimpici di Rio 2016.

Completano l’elenco dei “combattenti”, Aron Caneva per la lotta e Francesco Maglietta per il pugilato.

Aron Caneva, atleta che si misura in campo internazionale con veri e propri fenomeni della lotta mondiale, non appena avrà completato il suo percorso di crescita, rappresenta una speranza concreta per il raggiungimento di importati risultati internazionali, al pari del boxer Francesco Maglietta, argento europeo junior nel 2013 nei 60 chilogrammi;  il giovane boxer è dotato di tecnica, tenacia, disciplina e cuore, tutte qualità che ben si attagliano alle prerogative del Centro Sportivo Esercito, tradizionalmente legato ai grandi successi internazionali ed olimpici del pugilato

Grazia ed eleganza, con aspetto fisico fuori dagli schemi. Questo il breve profilo di Chiara Gandolfi una delle punte del panorama ginnico italiano; fortissima alle parallele, lo scorso anno la 19enne atleta romana ha vinto la medaglia d’oro ai Giochi del Mediterraneo proprio in questa specialità ed il suo arrivo alla Cecchignola sarà accolto dall’azzurra, il Caporal Maggiore Carlotta Ferlito per l’occasione capitano della sezione ginnastica visto l’assenza della vice campionessa mondiale del corpo libero, il Caporal Maggiore Vanessa Ferrari.

Chiudono la passarella dei nuovi Caporali dell’Esercito, la tiratrice Maria Schiava ed il biker Gioele Bertolini.

 

Indicata dai nostri tecnici come la “Campriani” al femminile, la giovanissima diciottenne tiratrice calabrese, Miriam per gli amici, ha già conseguito ottimi risultati in campo nazionale andando a conquistare lo scorso settembre a Roma i titoli di campionessa d’Italia nelle specialità della carabina  sportiva a terra  a metri 50, in quella ad aria compressa a metri 10 ed in quella a tre posizioni a metri 50 .

 

Non da meno infine le capacità del collega d’armi Giole Bertolini, argento europeo e bronzo mondiale nella mountain bike; il diciannovenne azzurro rappresenta l’alter ego maschile alla nostra Eva Lechner ed il carattere gioviale rappresenta il suo principale punto di forza.

 Stefano Mappa

Roma, 16 giugno 2014

 

Di Alfredo