eufinal9A Nikolaev in Ucraina è in corso la settima edizione dei Campionati Europei Femminili, il primo campionato continentale dei guantoni rosa olimpici, che vede in gara 113 atlete in rappresentanza di 24 paesi, tra cui cinque azzurre.

Dopo la ratifica del Comitato Olimpico Internazionale, relativa all’ammissione del pugilato femminile ai Giochi Olimpici di Londra 2012, i campionati ucraini rappresentano il debutto della boxe femminile a cinque cerchi, così come ha sottolineato il Presidente della Commissione Femminile dell’EUBC Dott.sa Sirpa Makkonen in occasione del suo saluto di benvenuto alle squadre.

L’atteso evento, però, non è iniziato sotto una buona stella per l’Italia. Nella prima giornata di eliminatorie l’azzurra Valeria De Francesco, nella categoria dei 46 Kg., è stata superata ai punti dalla svedese Natalie Lungo-Vesenne. Ieri, giornata di quarti di finale, la seconda disfatta del tricolore è avventuta nella categoria dei 48 Kg.: Valeria Calabrese è stata battuta dalla più imponente russa Elena Savelyeva per 10 a 1. A seguire, nei 60 Kg. l’azzurra Romina Marenda ha dovuto cedere alla bulgara Denica Eliseeva per 4 a 1. Sorte sfortunata nei 75 Kg. per il caporalmaggiore dell’Esercito Patrizia Pilo che, per ferita, è stata fermata dall’arbitro alla quarta ripresa, nonostante fosse in vantaggio per 5 a 3. A passare il turno è stata l’atleta di casa, l’ucraina Liliya  Durnyeva, che ha vinto per RSCI.

L’unica italiana che ha conquistato il passaggio alle semifinali, nella categoria dei 57 Kg., battendo la norvegese Ingrid Egner per 1 a 0, è stata Marzia Davide. Un match molto combattuto e duro per l’azzurra che ha trovato di fronte un’avversaria ostica, chiusa, che è riuscita a gestire grazie alla tecnica decisamente migliore. In semifinale Marzia Davide incontrerò la pericolosa russa Sofya Ochigava, che ieri ha superato per 9 a 0 l’inglese Lucy Abel.

Un secondo debutto per l’atleta campana che è stata protagonista lo scorso 12 settembre, in occasione delle finali dei XV AIBA World Boxing Championships Milan 2009 di un “exhibition match” in cui ha avuto la meglio sull’indiana Usha Nagisetty, classe ’84, di Andhra, appartenente alla Sports Training Centre in Visakhapatnam, campionessa asiatica nel 2008 e due volte medaglia d’argento ai Campionati Mondiali del 2006 e del 2008.

Un rientro brillante per l’azzurra di Pontecagnano, in provincia di Salerno, classe ’80, sposata e con un figlio di quasi quattro anni, appartenente all’Associazione Sportiva Sporting Center, medaglia d’argento ai Campionati Mondiali del 2002, campionessa europea nel 2003 e 2004, campionessa italiana nel 2002, 2004, 2005 e 2007 e medaglia d’argento agli ultimi Campionati dell’Unione Europea in Bulgaria.

Ad accompagnare le azzurre, guidate all’angolo dal Responsabile della Squadra Femminile Cesare Frontaloni e dal tecnico del Centro Sportivo Esercito Michele Cirillo, sono il Capo Delegazione Giuseppe Macchiarola, medico federale, e l’arbitro-giudice Maria Rizzardo.

Per info e risultati www.eubc-boxing.eu

Risultati Quarti di Finale (17 settembre 2009):

48 kg

SAVELYEVA Elena (RUS) def. CALABRESE Valeria (ITA), 10:1
CHIK Monika (HUN) def.  AKTOP Derya (TUR), 5:4      
HARDINGZ Jenny (SWE) def. OURAHMOONE Sarah (FRA), 2:1
ION Lidia (ROM) def. BEHARRY Hannah (ENG), 6:1

54 kg

USACHENKO Victoria (RUS) def. TASIDOU Eugenia (GRE), 9:4
KRUPENIA Ivanna (UKR) def. PRYBYLSKAYA Volha (BLR), 7:0  
FALK Helena (SWE) def. PETROVA Stoika (BUL),+3:3
MICHALCZUK Karolina (POL) def. WAEVER Lorna (FRA), RET R1

60 kg

ELISEEVA Denica (BUL) def. MARENDA Romina (ITA), 4 a 1
TAYLOR Katie (IRL) def. BUZUKU Kosovare (SWE), RET R1
ZEYBEK ASLAN Meryem (TUR) def. BONDAREVA Tatiana  (RUS), 7:2      
SYDORENKO Aleksandra (UKR) def. DILUHOFOVA Danule (CZE), 4:2  

69 kg

IVASHENKO Tetyana (UKR)def. NAGY Timea (HUN), 7:4   
FURMANIAK Katarzyna (POL) def. BOCQUET Solange (SUI), 16:0  
LIEN Lotte (NOR) def. POTEYEVA Irina (RUS), 2:1     
LAGMIRI Gyade (FRA) def. GARSIA Tamara (ESP), 10:1   

51 kg

KOB Tetyana (UKR) def. BODE Anita (HUN), 16:0
NAVE Virginie (FRA) def. MAKINEN Hanne (FIN), 2:1     
NILSSON Shipra (SWE) def. DRABIK Sandra (POL), 2:1
YAZICI Sumeyra (TUR) def. KULESHOVA Aleksandra (RUS), 6:3

57 kg

DAVIDE Marzia (ITA) def. EGNER Ingrid (NOR), 1:0
OCHIGAVA Sofya (RUS) def. ABEL Lucy (ENG), 9:0  
TSYPLAKOVA Julia (UKR) def. NADIM Diana (DEN), 3:2  
GUL Nagehan (TUR) def. BUGAR Tasheena (GER), 2:0       

64 kg

ZAVYALOVA Yana (UKR) def.  PRICE Rebecca (WAL), 7:2   
EL HADRATI Farida (FRA) def. ATHANASOPOULOU Christina (GRE)
SLUGINA Vera (RUS) def. TUCZAK Oliwia (POL), 6:5        
TATAR Gulsum (TUR) def. JONAS Natasha (ENG), 6:4  

75 kg

DURNYEVA Liliya (UKR) def.  PILO Patrizia (ITA), RSCI R4  
BRUCKNER Ulrike (GER) def.  YLAD Anca (ROM), 6:2    
SINETSKAYA Irina (RUS) def.  GUNERI Elif (TUR), RET 3 
DUCZA Anita (HUN) def. FIDURA Lidia (POL), 4:1 

Michela Pellegrini
Ufficio Comunicazione FPI

Di Alfredo

Un pensiero su “VII EUBC European Women Boxing Championships”
  1. In tutto il Campionato Europeo c’è stata una sola vittoria ( per 1 a 0 ) e poi solo sconfitte : e qualcuno parlava già di medaglie sicure a Londra 2012 . E per giunta hanno ridotto le categorie maschili per far spazio a alle “pugilesse” . Mah

I commenti sono chiusi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi