Marchetto - Turrin - Prezioso - Capoccia come oggetto avanzato-1Un’altra vittoria ed ora la sfida si fa davvero interessante. Massimiliano Capoccia ed Angelo Marchetto, pugili dell’ASD Boxe Latina, superano anche le qualificazioni interregionali di Spoleto ed accedono alla fase nazionale dei Campionati Italiani Youth in programma a Trevi (Perugia), dal 21 al 23 novembre. Sono tra l’altro gli unici due a rappresentare la provincia pontina nella competizione che mette in vetrina il meglio la boxe giovanile nazionale, per i ragazzi nati negli anni 1996-1997. La tre giorni all’Istituto Sovrintendenti Polizia di Stato si è conclusa nel migliore dei modi. Due vittorie su due incontri e si può sperare in qualcosa di importante. Cronaca di un successo. Accompagnati da Rocco Prezioso e Mirco Turrin, Capoccia e Marchetto arrivano A Spoleto nella serata di venerdì 17, alla faccia della scaramanzia. Sabato 18 ottobre, al mattino, visite mediche, peso e sorteggio. Dalle 14 inizia la sessione dei match. Combatte Massimiliano Capoccia (56 kg), che ha di fronte il siciliano Gianluca Castiglione della ASD Boxing Catania. Un avversario che vanta qualche incontro in più del pontino, ma la differenza sul quadrato sostanzialmente non si vede. Anzi, sin dall’inizio è un match a senso unico. Il ritmo e le combinazioni di Capoccia assicurano già la vittoria del primo round (28-27), ma il divario aumenta nel corso del match. Il secondo round si conclude con un verdetto schiacciante: 29-25. Sono i conteggi dei cartellini, che verranno letti soltanto alla fine della terza ripresa, per cui i pugili vanno avanti ma il solco della vittoria è tracciato. Capoccia fa sua anche la terza ripresa con un netto 29-26. Il verdetto è unanime, 3-0. L’indomani, domenica 19, sul ring sale Angelo Marchetto (60 kg) già 21 match sulle spalle, di cui 13 vittorie. All’angolo blu c’è Francesco Santacroce, goriziano di Monfalcone, che vanta 11 incontri. Alla fine è una split decision (2-1) a garantire a Marchetto la qualificazione, dopo un match sofferto. Il pugile dell’ASD Boxe Latina si aggiudica il primo round (29-28), ma perde il secondo (28-29). Un calo di concentrazione potrebbe costargli caro nel finale, ma i colpi portati all’inizio della terza ripresa, mantengono le distanze nonostante il recupero di Santacroce negli ultimi secondi. Alla fine è un 29-28, che fa esperienza per Marchetto in vista dei prossimi incontri, dove insieme a Capoccia, ha tantissimo da giocarsi.  Così come la stessa ASD Boxe Latina, che al momento, come nel 2013, ha centrato l’obiettivo di due campioni regionali: un anno fa di questi tempi braccia al cielo per i fratelli Marchetto: Alessandro senior 69 kg ed Angelo junior 56 kg.               

Di Alfredo