Meszaros e Demollari in rosso

Va in archivio un’altra bella serata di Pugilato targata “made” Pugilistica Lucchese , sabato sera 14 Ottobre presso l’area a Fiera di Vicarello nel Comune di Collesalvetti il gruppo lucchese ha presentato alcuni dei suoi elementi migliori che hanno fornito prove convincenti .

La manifestazione ha visto la partecipazione anche di pugili livornesi dell’Accademia dello Sport sezione Pugilato e della Uppercut Cecina , gli avversari provenienti dall’Ungheria e dalla Slovacchia si battuti con molto ardore ed agonismo e sono riusciti anche a portare a casa dei risultati .

Come al solito hanno aperto la serata le esibizioni degli allievi giovanili della Pugilistica Lucchese : Leonardo Bruni , Derek Moscatelli , Lorenzo Bruni e Riccardo Colombini che si sono esibiti con i salti della funicella e le figure tecniche con l’insegnate Giulio Monselesan .Dopo di loro seduta di allenamento pubblico tra i pugili Francesco Abdelrazeq e Samuele Giuliano ( rimasto senza avversario ) ed Emanuele Spiga fino agli inni nazionali .

Vittoria meritata per Nelson Ndreau ( Accademia dello Soprt Livorno ) nei 46 kg schoolboy ai dani di Boris Bales ( Box Galanta Slovacchia ) , tre riprese molto combattute ed equilibrate ma Ndreau ha fatto di più confermando il suo buon momento .

Primo dei pugili lucchesi a salire sul ring è stato Lorenzo Garofano ( schoolboy 59 kg ) che ha affrontato il pugile magiaro Matè Horvath :  Garofano ha perso ai punti riscuotendo consensi per la prova fornita , l’avversario con più esperienza tecnicamente era molto bravo , nonostante tutto Garofano ha tenuto il ring cercando  sempre di mettere alle strette un avversario molto abile nell’uscire dalle traiettorie dei colpi .

Match femminile combattuto a viso aperto tra Marina Casini ( Accademia dello Sport ) e Iliaria Spataro ( Bonomia Boxe ) che non ha fatto un passo indietro ribattendo colpo su colpo alle serie della Casini apparsa lucida e ben preparata , la vittoria è andata alla pugile livornese vera stakanovista del ring .

L’esperienza che manca a Garofano fa parte invece del bagaglio tecnico di Lorenzo Frugoli ( 9 vittorie e 8 sconfitte ) anche lui schoolboy di 65 kg : Frugoli ha battuto ai punti Mark Bozenik ( Slovacchia Boxe Galanta ) vincendo tutte le riprese , Bozenik ha cercato di rispondere ma Frugoli non gli ha mai lasciato troppo spazio pressandolo subito dall’inizio .

Milos Pusztay ( Box ko Galanta Slovacchia ) elite di 69 kg ha battuto ai punti Federico Gonzaga ( Accademia dello Sport ) al termine di un match molto aspro e difficile da giudicare , Gonzaga ha costantemente cercato la corta distanza facendo anche il match , Pusztay ha boxato di rimessa anche con molto mestiere .

La vittoria ha arriso ad un ottimo Alessio Mastromatteo ( Uppercut Cecina ) negli elite 64 kg , l’avversario Cristhian Martinez ( Box Ko Galanta Slovacchia ) ha infatti subito due richiami ufficiali , Mastromatteo ha saputo attendere rischiando pochissimo e riuscendo spesso a colpire un avversario veramente molto bravo ma che non ha retto fino alla fine costringendo l’arbitro a sanzionarlo per ben due volte per azioni platealmente irregolari .

Molto attesa la prova di Filippo Rimanti elite di 75 kg fermo da Dicembre del 2017 per motivi di studio : un Rimanti che ha svolto bene il suo compito per tutte e tre le riprese e quando mancava ormai una manciata di secondi alla fine del match  i secondi del pugile ungherese Bence Popovics , dopo un conteggio in piedi subito dal loro pugile fermavano l’incontro con conseguente vittoria di Rimanti per abbandono alle 3° ripresa .

Ottima prova quella fornita da Andrea Giusto ( Accademia dello Sport Li) nei 91 kg elite , vittoria ai punti contro un valido avversario ungherese : Kovacs Laszolo . Anche qui il fattore agonistico ha prevalso a tratti sulla tecnica ma il pubblico ha gradito la prova di Giusti che a breve sarà chiamato a partecipare agli assoluti Elite della Toscana

il match clou è stato affidato a Marvin Demollari che ha fatto registrare un peso di 64 kg ( una categoria ancora sopra la sua abituale ) , l’avversario è stato lo slovacco Filip Meszaros che si è dimostrato superiore alle aspettative ( il record parlava di 49 vittorie e 21 sconfitte ) , pugile smaliziato , agonisticamente molto preparato ha cercato di portare il match dalla sua parte con ogni mezzo . Demollari si è tenuto ben chiuso aspettando l’avversario che spesso platealmente lo invitava allo scambio , Meszaros ha messo a segno belle serie ma i colpi di Demollari sono stati tutti puliti ed incisivi e spesso sulle ripartenze Demollari è andato a segno ,la terza ripresa ha visto lo slovacco molto spavaldo ( lo spettacolo ne ha guadagnato ) ma ha commesso l’errore di voler strafare e Demollari ha respinto tutti i suoi attacchi senza mai andare in affanno , Meszaros colpiva anche dopo lo stop tanto che l’arbitro gli ha inflitto un punto di penalizzazione .La vittoria è andata a Demollari , verdetto sofferto ma giusto per il pugile lucchese arrivato a quota 83 match : anche per lui prossimo impegno gli “Assoluti Elite “ e poi l’atteso debutto da professionista che potrebbe arrivare prima della fine dell’anno .

Barsotti Maurizio staff tecnico asd Pugilistica Lucchese

Di Alfredo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi